Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Admin

(AGI) – Cannes, 24 mag. – E’ il film Dheepan di Jacques Audiard a vincere la Palma d’Oro del 68esimo Festival di Cannes. L’Italia, quest’anno in competizione con tre pellicole non ha conquistato alcun premio. A Emmanuel Bercot e Rooney Mara la Palma ex aequo per la migliore interpretazione femminile. Vincent Lindon vince il Premio per il miglior interprete maschile. The assassin di Hou Hsiao-Hsien vince il premio della regia. Grand prix a Laszlo Nemes per “A Son of Saul” (AGI)

Si è appena conclusa la finale di Ultra Street Fighter IV allo Stunfest di Rennes che ha visto trionfare Daigo “the beast” Umehara sul suo connazionale Momochi.

Mad-Catz-Daigo-The-Beast-Umehara-01

Daigo è arrivato in finale dopo essersi fatto strada nella loser bracket, eliminando giocatori del calibro di Infiltration, Tokido e Gamerbee. Dopo il reset del vantaggio della winner bracket, l’Evil Ryu di Daigo ha conquistato il set vincente per 3 a 1, confermandosi campione di Street Figher IV e guadagnando la qualificazione alla Capcom Pro Cup.

Riuscirà Daigo a mantenere il momento ottenuto grazie a questa vittoria e conquistare per l’ennesima volta il palco dell’evo, il più grande palcoscenico di sempre per i picchiaduro? È ancora presto per dirlo, ciò che è evidente è che questo ragazzino di 34 anni è ancora carico e possiede ciò che serve ad essere vincente.

Standings per la Capcom Cup: http://capcomprotour.com/standings/

(AGI) – Cannes, 24 mag. – Niente da fare per l’Italia. I film di Matteo Garrone (Il racconto dei racconti), Paolo Sorrentino (La giovinezza) e Nanni Moretti (Mia madre), in concorso al Festival di Cannes e tra i super favoriti della vigilia, rimangono a bocca asciutta. Sia la stampa italiana che internazionale tifava per i nostri tre moschettieri giunti in terra francese a testa alta. La giuria capitanata dai fratelli Coen ha preferito la storia di migrazione Dheepan del francese Jacques Audiard che conquista la Palma d’Oro contro ogni pronostico. L’ungherese Son of Saul, opera prima di Laszlo’ Nemes, tra i piu’ gettonati, ambientato in un campo di concentramento nazista ha conquistato il Grand Prix, mentre il cappa e spada made in China The Assassin di Hou Hsiao-Hsien riceve la Palma per la miglior regia. Vincent Lindon, protagonista di La Loi Du Marche’ di Stephane Brize’, ha ricevuto l’applauso piu’ lungo della platea. E’ lui il miglior interprete di questa edizione del festival. Una performance profonda e toccante che sin dall’inizio ha convinto tutti. Cate Blanchett, considerata come la superfavorita, cede il passo alla compagna di set Rooney Mara: coppia lesbo nel film Carol di Todd Haynes. Il premio (ex aequo) va anche a Emmanuelle Bercot, compagna di Vincent Cassel nel film Mon Roi della francese Maiwenn. Il greco The Lobster di Yorgos Lanthimos con Colin Farrel e Rachel Weisz ambientato in un futuro distopico dove e’ vietato essere single, ha ottenuto il Premio della Giuria, mentre Chronic di Michel Franco, che affronta il tema dell’eutanasia, conquista il premio della sceneggiatura. (AGI)

(AGI) – Atene, 24 mag. – Il ministro dell’Interno greco, Nikos Voutsis, ha affermato che Atene non rimborsera’ nessuna delle quattro rate in scadenza a giugno per la restituzione del prestito al Fondo monetario internazionale. “Le quattro rate per l’Fmi valgono un miliardo e 600 milioni, questo denaro non sara’ versato e non ce n’e’ da versare”, ha dichiarato Voutsis in un’intervista alla tv greca Mega. Intanto il ministro delle Finanze ellenico, Yanis Varoufakis, ha ribadito che il suo governo ha gia’ fatto la sua parte e ha avvertito che un’uscita della Grecia dall’euro sarebbe “catastrofica”, “l’inizio della fine per il processo della moneta unica”. In un’intervista allo show di Andrew Marr sulla Bbc, Varoufakis ha affermato che il suo governo ha fatto “passi enormi” per favorire un accordo nel negoziato con le istituzioni internazionali e ha aggiunto che “ora spetta a queste istituzioni fare la loro parte”. “Gli siamo andati incontro a tre quarti del percorso, ora loro devono venirci incontro facendo quell’ultimo quarto”, ha aggiunto. (AGI) .

(AGI) – Cannes, 24 mag. – A Emmanuel Bercot e Rooney Mara la Palma ex aequo per la migliore interpretazione femminile al 68esimo Festival di Cannes. Vicent Lindon vince il Premio per il miglior interprete maschile.  Michel Franco vince con Chronic il premio per la migliore sceneggiatura. Franco e’ anche il regista della pellicola. La tierra y la sombre del colombiano Cesar Augusto Acevedo ottiene invece la Camera d’Or.  Il premio della regia va a Hou-Hsien per The Assassin. (AGI)

(AGI) – Cannes, 24 mag. – Michel Franco vince con Chronic il premio per la migliore sceneggiatura del 68esimo Festival del inema di Cannes. Franco e’ anche il regista della pellicola. (AGI)

(AGI) – Roma, 24 mag. – Da 6 a 12 mesi per dirsi addio. Questa la ‘rivoluzione’ della riforma sul divorzio breve, approvata dal Parlamento in via definitiva il 22 aprile scorso e pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 6 maggio. Le nuove norme entrano in vigore a partire da martedi’ prossimo, 26 maggio. Queste, nel dettaglio, le principali novita’ della legge 55/2015, composta da 3 articoli.

RIDUZIONE DEI TEMPI PER IL DIVORZIO – Si riduce da 3 anni a 12 mesi la durata minima del periodo di separazione ininterrotta dei coniugi che legittima la domanda di divorzio. Tale termine decorre dalla comparsa della coppia davanti al presidente del tribunale nella procedura di separazione personale. Per quanto riguarda le separazioni consensuali, la durata di tale periodo e’ fissata in 6 mesi, anche nel caso in cui il giudizio contenzioso si sia trasformato in consensuale.

– SCIOGLIMENTO DELLA COMUNIONE LEGALE -  La comunione tra coniugi, nel caso di separazione personale, si scioglie nel momento in cui il presidente del tribunale autorizza i coniugi a vivere separati. In caso di separazione consensuale, lo scioglimento avviene dalla data di sottoscrizione del processo verbale di separazione dei coniugi dinanzi al presidente, purche’ omologato. L’ordinanza con cui i coniugi sono autorizzati a vivere separati viene comunicata all’ufficiale dello stato civile per l’annotazione dello scioglimento della comunione.

– PROCEDIMENTI IN CORSO -  L’articolo 3 della legge dispone che le nuove norme vengano applicate ai procedimenti in corso alla data di entrata in vigore della riforma, anche nei casi in cui il procedimento di separazione che ne costituisce il presupposto risulti, in quella data, ancora pendente. Matrimonialisti, una rivoluzione per l’Italia Una “rivoluzione copernicana” per il nostro Paese “dove, in passato, bisognava attendere anche fino a 7 anni per divorziare”.

Cosi’ l’avvocato Gian Ettore Gassani, presidente dell’associazione avvocati matrimonialisti italiani (Ami), definisce la riforma sul divorzio breve che ‘abbatte’ i tempi per passare dalla separazione al divorzio. “E’ un primo passo – auspica Gassani – verso una riforma piu’ radicale, con cui la separazione potrebbe diventare facoltativa e non obbligatoria per divorziare. In alcuni Paesi europei, infatti, e’ possibile gia’ il divorzio diretto”.

Il presidente degli avvocati matrimonialisti esprime pero’ qualche perplessita’ sulla durata minima di 12 mesi, nei casi di separazione giudiziale, del periodo per poter chiedere il divorzio: “non mi convince – afferma – e’ uno slogan inapplicabile, data la lentezza e la complessita’ dei procedimenti civili nel nostro Paese”. Difficile fare delle stime su quante coppie, da martedi’ prossimo – giorno in cui la legge sul divorzio breve entrera’ in vigore – saranno interessate dalla nuova normativa: “il provvedimento legislativo puo’ riguardare da 50mila a 300mila procedimenti, una forbice molto ampia dovuta al fatto che non tutti in Italia intendono passare dalla separazione al divorzio.Ogni anno in media ci sono 90mila separazioni ma solo 50mila divorzi”

. I vantaggi che la nuova legge portera’ a chi si trova a vivere la fine di un matrimonio saranno soprattutto di carattere psicologico e sociale: il divorzio breve, secondo Gassani “portera’ ad evitare le asprezze che aumentano tra i coniugi nel periodo molto duro che si vive in attesa di una sentenza e sara’ un incentivo alle separazioni consensuali, nelle quali c’e’ bisogno solo di pochi mesi per definire la situazione”. Inoltre, la nuova legge segnera’ uno ‘stop’, sottolinea il presidente dell’Ami, per il cosiddetto ‘turismo divorzile’, che finora ha coinvolto circa 10mila coppie: “le norme Ue consentono che un cittadino che prende la residenza all’estero per 6 mesi – ricorda Gassani – possa rivolgersi per le controversie civili al giudice di quel Paese, ora non ce ne sara’ piu’ bisogno”. (AGI)

(AGI) – Cannes, 24 mag. – Calano le speranze per i tre italiani in concorso al Festival di Cannes. Voci di corridoio si rincorrono sulla Croisette e diverse sembrano confluire verso un verdetto inaspettato, nessun italiano verra’ premiato dalla giuria presieduta dai fratelli Coen. Si vedra’ oggi pomeriggio dalle 18.30. Intanto salgono le quotazioni di ‘Carol’ di Todd Haynes e ‘Son of Saul’ dell’ungherese Laszlo Nemese. Una notizia positiva c’e’ pero’ per gli italiani: ‘Youth’ di Paolo Sorrentino ieri ha incassato 900mila euro, per un totale di 1,7 milioni di euro in quattro giorni, staccando ‘Tomorrowland’ con George Clooney. Il film ha anche fatto registrare code fuori dai cinema di Roma, Napoli e Udine. (AGI)

(AGI) – Alessandria, 24 mag. – A pochi giorni dal tentato suicidio di un detenuto nel carcere di Alba, un altro ha tentato di togliersi la vita da un istituto di pena del Piemonte, e anche in questo caso e’ stato salvato in tempo dal personale della polizia penitenziaria. Il fatto e’ accaduto ieri ad Alessandria. A darne notizia il sindacato autonomo Sappe. Il detenuto era appena giunto nel carcere S. Michele di Alessandria proveniente dal penitenziario di Torino, ed e’ di origine Nordafricana. Intorno alle 15.30 ha tentato il suicidio in cella, legando una coperta alle sbarre e avvolgendola al collo. Tempestivo l’intervento di un agente, racconta il segretario generale del Sappe Donato Capece. “Ogni giorno nelle carceri piemontesi un detenuto si lesiona il corpo ingerendo chiodi, pile, lamette, o procurandosi tagli sul corpo – spiega Capece – ogni settimana, un ristretto del Piemonte tenta il suicidio, Nel 2014, in Piemonte abbiamo contato 58 tentati suicidi, 423 episodi di autolesionismo, 183 colluttazioni e 31 ferimenti. Ma devono assumersi provvedimenti concreti. Non si puo’ lasciare solamente al sacrificio e alla professionalita’ delle donne e degli uomini della polizia penitenziaria la gestione quotidiana delle costanti criticita’ delle carceri piemontesi e del Paese tutto”. (AGI) .

Flag Counter
Facebook Page
Video Calciomercato
Oops, something went wrong.
Video Sport News
Oops, something went wrong.