Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Admin

(AGI) – Mosca, 13 mag. – Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato che gli equipaggiamenti delle forze armate di terra, mostrati alla parata del 9 maggio sulla Piazza Rossa, completino i test necessari il prima possibile e vengano messi in produzione. Il leader del Cremlino ne ha parlato oggi a Sochi in un incontro sullo sviluppo dell’esercito russo. “Una delle questioni e’ creare nuove armi per le forze di terra e aggiornare quelle esistenti – ha dichiarato – alcune di queste sono state mostrate per la prima volta nella parata in onore del 70esimo anniversario della Vittoria nella Grande Guerra patriottica” (come i russi chiamano la seconda guerra mondiale). Putin ha fatto notare che le caratteristiche tecnico-tattiche di queste armi sono di molto superiori a quelle dei loro analoghi occidentali. “Dobbiamo completare tutti i testi nel piu’ breve tempo possibile e procedere con la produzione in serie”. Sulla Piazza Rossa, nell’assenza dei leader occidentali che hanno disertato le celebrazioni per la crisi ucraina, sono stati presentati, tra gli altri: il nuovo carro armato T-14 Armata, i nuovi missili balistici intercontinentali Rs-24 Yars Mirv e i complessi missilistici anticarro Kornet-D e la nuova versione del kalashnikov, l’AK-74M. (AGI) .

(AGI) – Milano, 13 mag. – Prima apertura di Forza Itala alla proposta di Roberto Maroni di avviare una sperimentazione di reddito di cittadinanza in Lombardia. Dopo la bocciatura di Mariastella Gelmini, lo spiraglio arriva dal vice di Maroni, l’azzurro Mario Mantovani. “Le politiche di coesione sociale proposte ormai da decenni dall’Unione Europea – azioni che da parlamentare europeo dal 1999 al 2008 in qualita’ di componente della commissione affari sociali anche io ho contribuito a scrivere – indicano da tempo la necessita’ di affrontare e risolvere le tante forme di disagio estremo presenti in crescenti strati della popolazione europea e in questo senso credo vada letta la proposta del presidente Maroni relativa al reddito di cittadinanza”, scrive il vice governatore lombardo, in una nota. “Per questo – aggiunge Mantovani – ritengo opportuno che sia a livello politico che istituzionale si apra un confronto con lo scopo di trovare risposte adeguate anche per quei lombardi che si trovano a vivere situazioni di fragilita’ e poverta’ estreme. Tutto questo senza dimenticare che la vera leva del cambiamento e della crescita sia da una parte sostenere lo sviluppo e l’innovazione e dall’altra attuare politiche per la riduzione del costo del lavoro e delle tasse. Questa deve essere- conclude Mantovani – la nostra principale ricetta, in Lombardia e nel resto del paese”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 13 mag. – “Inaccettabile il blocco degli scrutini. La protesta, se si fa, si deve fare con altri strumenti e non condizionando un momento cruciale del percorso scolastico”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini arrivando a Palazzo Chigi. “Credo che i segnali” arrivati dal mondo della scuola “sono stati colti, approfonditi dal governo e penso anche che il tema e’ assolutamente importante e sensibile. E’ per questo che il governo sta dedicando ad essa tanta attenzione”. Lo ha detto il ministro dell’istruzione Stefania Giannini arrivando a Palazzo Chigi. “Si tratta di arrivare al merito delle questioni: dobbiamo considerare la formazione degli insegnanti come uno strumento perche’ la scuola funzioni”, ha aggiunto Giannini. “Il nostro Paese deve acquisire una cultura della valutazione che non riguarda solo la scuola. La scuola deve cominciare con convinzione e questo e in discorso che riguarda la societa’ in generale”, ha concluso. .

(AGI) – Roma, 13 mag. – “Proprio in queste ore va in pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale una norma che ho fortemente voluto: la concessione di prestiti a tasso agevolato, lo 0,25%, per fare lavori di efficientamento energetico nelle scuole pubbliche”, inserita nel “decreto Competitivita’, uno dei primi atti che fece il governo, che ha stanziato per questa misura 350 milioni di euro attraverso il fondo rotativo Kyoto”. E’ quanto scrive il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, nella newsletter del suo dicastero. “Rendere gli edifici scolastici pubblici piu’ efficienti sotto il profilo energetico significa molte cose insieme: investire sull’ambiente limitando le emissioni inquinanti, puntare sulla sicurezza delle strutture e quindi degli studenti, ma anche mettere in moto quel circuito di piccole e medie imprese sul territorio che operano nel campo della sostenibilita’ ambientale e che da quegli interventi possono trovare una possibilita’ di guadagno”, spiega Galletti. Ma e’ “anche un modo per far risparmiare lo Stato, attuando una vera ‘spending review’: se pensiamo che oggi il consumo degli edifici pubblici pesa per il 18% su quello generale dello Stato, alzare a ‘B’ o ‘C’ la classe di efficienza delle nostre strutture vuol dire ottenere un risparmio del 20-25% sul consumo, con notevoli benefici per le casse italiane”, aggiunge il ministro.(AGI) .

(AGI) – Roma, 13 mag. – Allerta della Protezione civile per temporali sulle regioni settentrionali e rinforzo dei venti sul settore adriatico. La perturbazione di origine atlantica che domani transitera’ sulla Francia e, successivamente, si avvicinera’ alla nostra Penisola causera’ dalle prime ore del giorno un sensibile rinforzo dei venti sul settore adriatico centrale e, dalla seconda parte della giornata, l’inizio di una fase di maltempo sull’Italia. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticita’ idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticita’ consultabile sul sito del Dipartimento. In particolare, l’avviso prevede dalle prime ore di domani, giovedi’ 14 maggio, venti forti – con rinforzi di burrasca dai quadranti occidentali – sulle Marche. Dal pomeriggio, inoltre, si prevedono precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, accompagnate da forti raffiche di vento e locali grandinate, su Lombardia e Veneto. Sulla base dei fenomeni previsti e’ valutata per la giornata di domani criticita’ gialla su gran parte della Lombardia, su Liguria e Veneto. (AGI)

(AGI) – Seul, 13 mag. – Continuano in Corea del Nord le ‘purghe’ ordinate da Kim Jong-un, salito al potere dopo la morte del padre Kim Jong-il nel 2011. Hyon Yong-Chol, ministro della Difesa e capo delle forze armate popolari, e’ stato giustiziato per infedelta’ e irriverenza nei confronti del giovane dittatore. Lo riferiscono i servizi segreti sudcoreani, citati dall’agenzia Yonhap. L’esecuzione e’ avvenuta il 30 aprile: Hyon e’ stato massacrato con armi anti-aereo da un plotone di esecuzione davanti a centinaia di funzionari del regime, secondo quanto riferito da Han Ki-Beom, il vicedirettore della National Intelligence Agency (NIS) di Seul. Hyon si sarebbe addormentato durante un evento militare. Quest’anno, secondo i servizi di Seul, Kim Jong-un ha ordinato l’esecuzione di almeno 15 alti esponenti del regime, accusati di aver criticato le direttive del leader. L’anno scorso sono stati giustiziati una decina di funzionari e membri del partito del Lavoro di Corea, sorpresi mentre visionavano una soap opera realizzata in Corea del Sud e accusati di essere “donnaioli” e “corrotti”. “I mass media, e soprattutto la tv, verifichino con attenzione la notizia dell’esecuzione del generale nordcoreano giustiziato con una cannonata. In passato, notizie che riguardano Kim Jong-un si sono rivelate delle bufale, come quella che riportava l’uccisione di un suo cugino sbranato da centinaia di cani”. Lo afferma una nota dell’associazione di telespettatori cattolici Aiart a proposito della notizia dell’avvenuta esecuzione capitale di Hyon Yong-Chol, ministro della Difesa e capo delle forze armate popolari. “Serve massima attenzione nel verificare queste notizie, ancor piu’ perche’ riguardano un regime impenetrabile e ancor piu’ perche’ rischiano di creare un clamore ingiustificato – continua la nota – Capiamo che le notizie che riguardano il dittatore nordcoreano facciano gola, per la loro efferatezza, ma la verifica delle fonti e’ un aspetto fondamentale del giornalismo”. (AGI)

(AGI) – Roma, 13 mag. – “Non e’ accettabile che la Commissione europea, eletta da nessuno, chieda all’Italia di fare la riforma della scuola o di svendere le nostre grandi aziende. Queste sono cose che decide il Parlamento sovrano. Sono decisioni dei cittadini italiani. Il governo rimandi al mittente questi diktat, le chiamano raccomandazioni ma sono imposizioni. Se poi vogliono commissariarci, abbiano il coraggio di farlo. Cosi’ e’ la volta buona che esce allo scoperto la vera natura di questa Ue”. Cosi’ su Facebook il deputato 5 stelle e vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio. (AGI) .

(AGI/NOVA) – Baghdad, 13 mag. – Continua lo scontro fra Erbil e Baghdad rispetto alla questione della consegna dei proventi del petrolio curdo. Oggi l’Alleanza curda ha denunciato che il governo federale iracheno ha detratto circa 349 milioni di euro dalla cifra mensile destinata alla regione semiautonoma del Kurdistan. Secondo l’Alleanza curda, il governo ha non ha rispettato i termini del contratto sul petrolio firmato nel 2014 fra Erbil e Baghdad. Intervistato dall’agenzia di stampa irachena “Iraqi News”, Amin Bakr, ha precisato che in aprile le esportazioni di petrolio hanno raggiunto i 500 mila barili al giorno e questo avrebbe imposto al governo federale di inviare almeno 764 milioni di euro al Kurdistan, ma invece ne ha inviato circa la meta’. Secondo il politico curdo e membro del parlamento federale, tale cifra e’ insufficiente per la gestione mensile della macchina amministrativa della regione, il cui costo si aggira intorno ai 649 milioni di euro, e cio’ sta costringendo Erbil ad indebitarsi con le banche per pagare gli stipendi dei suoi dipendenti. Ieri il capo del governo regionale del Kurdistan, Nechirvan Barzani, ha sottolineato che Erbil sara’ costretta a trovare un nuovo acquirente per il suo petrolio se tale situazione continuera’ in futuro. Nel novembre 2014 Baghdad ed Erbil hanno firmato un accordo che prevede la cessione da parte del Kurdistan iracheno di 550 mila barili di petrolio al giorno a Baghdad, equivalente piu’ o meno a un quinto delle esportazioni totali dell’Iraq. In seguito all’intesa il governo iracheno e’ tenuto a destinare il 17 per cento del budget nazionale iracheno alle autorita’ curde per far fronte alle spese della pubblica amministrazione, oltre ad una quota sempre del 17 per cento del bilancio del ministero della Difesa, per il sostegno dei guerriglieri Peshmerga. (AGI) .

Flag Counter
Facebook Page
Video Calciomercato
Oops, something went wrong.
Video Sport News
Oops, something went wrong.