Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Estero

(AGI) – Ramallah (Cisgiordania), 28 lug. – Resta alta la tensione nei Territori palestinesi, dopo gli scontri di domenica sulla Spianata delle moschee, a Gerusalemme. Cinquanta coloni israeliani sono stati arrestati dalle forze di sicurezza dello Stato ebraico, nell’insediamento di Beit El, a Ramallah, poiche’ si sono opposti allo sgombero di un edificio occupato, prossimo alla demolizione. Lo ha riferito il Jerusalem Post. Secondo il quotidiano israeliano, ci sono stati scontri all’alba tra la polizia e centinaia di giovani che si rifiutavano di sgomberare il palazzo, in fase di costruzione abusiva. Gli agenti hanno utilizzato spray al peperoncino e altri strumenti per disperdere la folla e sono cosi’ riusciti a prendere il controllo del complesso. (AGI) .

(AGI) – Jayapura (Indonesia), 28 lug. – E’ di una persona dispersa e diversi edifici danneggiati il bilancio del sisma che ha colpito una regione montagnosa e poco popolata dell’indonesiana Papua, a ovest di Jayapura. La scossa e’ durata “quattro secondi, ed e’ stata davvero forte”, ha spiegato il portavoce dell’agenzia per i disastri, Sutopo Purwo Nugroho, “gli abitanti sono fuggiti dalle abitazioni”. Una persona e’ caduta in fiume ed e’ stata trascinata via dall’acqua. Finora non si hanno notizie della sua sorte. I danni piu’ rilevanti si sono avuti a Kasonaweja, dove due case e un ospedale sono stati parzialmente danneggiati, ma le squadre di soccorso devono ancora raggiungere l’area piu’ vicina all’epicentro.(AGI) .

(AGI) – Washington, 28 lug. – La Marina americana indaga su una denuncia relativa all’esistenza di almeno sette diagnosi di cancro tra i civili e i militari che hanno lavorato nei processi a Guantanamo. La denuncia e’ stata inoltrata da u ufficiale americano, che ancora oggi lavora per il Pentagono, ma del quale non sono state diffuse le generalita’. Nell’ultimo decennio sono circa 200 tra magistrati, avvocati e altro personale giudiziario. I malati avrebbero contratto il cancro esponendosi ad agenti cancerogeni in una edificio utilizzato per il rifornimento di aerei prima che fosse adibito ad ospitare i primi processi contro i detenuti della base.(AGI) .

(AGI) – Washington, 27 lug. – Svolta storica per i boy scout americani. Dopo decenni di battaglie e controversie legali la dirigenza dell’organizzazione si e’ espressa per l’abolizione del divieto ai gay di diventarne leader. La decisione e’ stata approvata dal 79% della struttura (80 membri) alla guida dell’organizzazione, che ha recepito quanto deciso un mese fa dalla commissione esecutiva. La decisine, pero’, ha un valore solo a livello nazionale. Il divieto varra’ ancora per i gruppi locali, che potranno scegliere, afferma l’organizzazione sul propri sito web, “i capi compatibilmente con il proprio credo religioso”. (AGI) .

(AGI) – Seul, 28 lug. – L’epidemia di Sindrome respiratoria del Medio Oriente e’ finita in Corea del Sud. Lo ha affermato l’agenzia di stampa Yonhap. Dal prmo caso diagnosticato, il 20 maggio scorso, l’epidemia ha ucciso 36 persone. (AGI) .

(AGI) – Giacarta, 27 lug. – Un sisma di magnitudo 7.0 ha colpito Irian Jaya, in Indonesia. La profondita’ e’ stata individuata a 52,8 km mentre l’epicentro e’ stato localizzato 248 km a est di Jayapura. Lo ha riferito l’Istituto sismologico degli Stati Uniti. (AGI) .

(AGI) – Il Cairo, 27 lug. – La polizia egiziana ha ucciso al Cairo due jihadisti sospettati di essere coinvolti nell’attentato al consolato italiano dell’11 luglio: lo hanno riferito fonti della sicurezza. Gli agenti hanno fatto irruzione in un appartamento della capitale per arrestare i due militanti che hanno aperto il fuoco e sono stati uccisi in una sparatoria. “I due jihadisti appartenevano al gruppo Ajnad Misr (Soldati d’Egitto) e le indagini hanno rivelato che potrebbero essere coinvolti nell’attentato al consolato italiano”, ha riferito una fonte, spiegando che erano anche ricercati per l’uccisione di alcuni poliziotti. Nell’esplosione di un’autobomba davanti al consolato italiano, il primo attentato contro una rappresentanza diplomatrica dalla deposizione del presidente islamista Mohamed Morsi, nel luglio 2013, c’erano stati un morto e nove feriti. Il gruppo Ajnad Misr ha gia’ rivendicato diversi attentati al Cairo, prendendo di mira poliziotti ma anche il palazzo presidenziale e l’universita’. Ad aprile il leader del gruppo, Hammam Mohamed Attiyah, era stato ucciso in una sparatoria con la polizia nel suo appartamento al Cairo. Attiya era un ex militante di Ansar Beit al-Maqdis, il gruppo poi trasformatosi in Penisola del Sinai che a novembre si e’ affiliato all’Isis, da cui si era staccato nel 2013. (AGI)

(AGI) – Ankara, 27 lug. – Prende forma la cooperazione tra Stati Uniti e Turchia per la lotta all’Isis: i media americani riferiscono che Washington e Ankara hanno raggiunto un’intesa per la creazione di una zona cuscinetto nel nord della Siria, lungo la frontiera, il cui controllo sara’ affidato ai ribelli siriani moderati. Si dovrebbero cosi’ favorire i raid della coalizione contro l’Isis co in cassia Usa che potranno utilizzare la base aerea turca di Incirlik. Secondo quanto riferisce il Washington Post citando funzionari americani e turchi la fascia di sicurezza dovrebbe estendersi per un centinaio di chilometri ad ovest del fiume Eufrate, fino alla provincia di Aleppo. Nella zona si potrebbe insediare almeno una parte dei due milioni di profughi siriani che hanno trovato riparo in Turchia. Fonti americane hanno spiegato al New York Times che il piano favorira’ l’opposizione al regime ma non istituisce formalmente la No Fly Zone sollecitata da Ankara per bloccare i raid dei jet di Damasco, in quanto la Russia alleata di Assad metterebbero quasi certamente il veto al Consiglio di Sicurezza dell’Onu, insieme alla Cina. Mosca, da parte sua, ha fatto sapere che sostiene l’idea di una coalizione internazionale contro l’Isis sotto l’egida dell’Onu e che potrebbe giocare un ruolo di primo piano in questa coalizione. Lo ha spiegato il viceministro degli Esteri russo, Oleg Siromolotov, ex capo del servizio di controspionaggio dell’Fsb. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha assicurato che “l’Italia e’ al fianco dei Paesi che, sull’altra sponda del Mediterraneo, sono in prima linea nella lotta contro l’oscurantismo e l’incivilta'”. Di lotta all’Isis si e’ parlato alla Conferenza degli ambasciatori alla Farnesina, dove il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha avvertito che il Mediterraneo “non puo’ diventare mare nullius, luogo di riluttanza dell’Occidente”. L’Alto rappresentante della politica estera Ue, Federica Mogherini, ha rivolto un appello alla Turchia e ai curdi affinche’ “non solo continuino a contrastare l’Isis in Siria, che rappresenta una minaccia reale alla sicurezza della Turchia ma anche a mantenere vivo il processo di pace all’interno del Paese”. Intanto, dopo tre settimane di combattimenti nel nord della Siria, i peshmerga delle Unita’ di Protezione Popolare (Ypg) sono riusciti a strappare all’Isis la localita’ di Sarrin, a pochi chilometri dal confine con la Turchia, un vitale canale di rifornimento per Raqqa, la “capitale” del Califfato. (AGI)

(AGI) – Atene, 27 lug. – I creditori della Grecia vorrebbe l’approvazione da parte del Parlamento di Atene del terzo pacchetto di riforme prima di elargire il prestito. Finora il governo del primo ministro Alexis Tsipras ha fatto approvare due pacchetti di riforme come condizione per l’avvio delle trattative sul prestito triennale da oltre 86 miliardi di euro. Intanto emergono nuove rivelazioni sul piano B messo in piedi dall’ex ministro delle Finanze, Yanis Varoufakis e dallo stesso Tsipras per una moneta parallela in caso di uscita dall’euro. Varoufakis ha detto che il primo ministro all’inizio ha approvato la proposta per poi, in un secondo momento, non attivare il piano. .

(AGI) – Addis Abeba, 27 lug. – Stati Uniti e Turchia hanno raggiunto un accordo finalizzato alla reciproca collaborazione in vista di creare nella Siria settentrionale una ‘zona liberata’ dalla presenza delle milizie dello Stato Islamico: lo hanno riferito in via riservata fonti dell’amministrazione Usa, al seguito del presidente Barack Obama durante la visita in corso da parte di quest’ultimo in Etiopia. “L’obiettivo”, hanno spiegato le fonti, “consiste nell’istituire una zona libera dall’Isis, nel e garantire maggiori sicurezza e stabilita’ lungo la frontiera della Turchia con la Siria”. .

Flag Counter
Facebook Page
Video Calciomercato
Oops, something went wrong.
Video Sport News
Oops, something went wrong.