Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Games

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

Continua il duello a colpi di dichiarazioni, tipico di un contesto come quello dell’E3 di Los Angeles, tra Sony Interactive Entertainment e Microsoft. L’argomento al centro del dibattito è il cross-play e, più nello specifico, riguarda titoli come Minecraft e Rocket League. Phil Spencer, capo della divisione Xbox, ha voluto rispondere questa sera alle affermazioni di Jim Ryan, riguardanti le motivazioni di Sony sul proprio rifiuto di supportare il gioco cross-platfrom. Qualora foste interessati, potete trovare le prime dichiarazioni di Ryan all’interno di questa news.

Nonostante le spiegazioni del dirigente del marketing e delle vendite globali di PlayStation siano state esaustive, il concetto alla base resta comunque in qualche modo debole. Specialmente se si considera che Nintendo, una delle compagnie che nella gaming industry è sempre stata considerata la più attenta alle tematiche di sicurezza e a quelle familiari, ha già accettato l’accordo con l’azienda di Redmond.

Sfruttando una diretta live, Phil Spencer ha voluto rispondere personalmente alla questione, affermando che: “Il fatto che qualcuno possa dichiarare che non teniamo alla sicurezza dei nostri giocatori di Minecraft, trovo che sia, non solo dal punto di vista di Microsoft ma dal punto di vista della gaming industry in generale, sbagliato come punto centrale del dialogo. Non sembra essere una discussione salutare per nessuno“.

Spencer ha scelto le sue parole con cura, risultando professionale e diplomatico. Tuttavia, il suo discorso sottolinea come, dal suo punto di vista, l’attacco implicito di Ryan e le sue motivazioni abbiano veramente poco senso. Spencer ha continuato il suo discorso, dichiarando che: “Pensiamo che la sicurezza dell’Xbox Live, sia che si tratti di Minecraft sia che si tratti di altri titoli, debba essere una delle principali caratteristiche da tenere in considerazione da parte del nostro team“.

Nonostante questi accesi scambi di dichiarazioni, la politica distensiva dell’industry vuole che questi due colossi tengano comunque le porte del dialogo aperte. Non risulta, quindi, impossibile che in futuro si possa arrivare ad un accordo tra le parti, il quale, al momento sembra essere piuttosto lontano.

L’articolo Phil Spencer: arriva la risposta alle dichiarazioni di Jim Ryan è estratto da GamesVillage.it.

Alcatel, da oltre 20 anni punto di riferimento per il mondo della telefonia, presenta il concorso a premi “Alcatel Enjoy Now”. Dal 15 giugno al 13 luglio 2017 compresi, tutti coloro che acquisteranno lo smartphone Alcatel A5 LED, potranno partecipare all’estrazione e ricevere in omaggio un soggiorno per due persone al Sziget Festival, in programma a Budapest dal 9 al 16 agosto 2017. Pink, Clean Bandit, Steve Aoki, Tom Odell, Rita Ora, Kasabian, Macklemore & Ryan Lewis: sono sono alcuni degli artisti che si esibiranno sul palco della colossale rassegna internazionale.

Partecipare è semplice. Una volta acquistato Alcatel A5 LED, sarà sufficiente collegarsi al sito https://enjoynowfestival.alcatel-mobile.com, compilare il form di registrazione con i dati personali richiesti e caricare la prova d’acquisto, oltre al codice IMEI riportato sulla confezione.

I fortunati vincitori saranno ospiti di Alcatel per tutta la durata del festival ungherese. Il premio include infatti il volo di andata e ritorno per Budapest per due persone, il pass al festival per due persone per tutta la settimana, oltre alla sistemazione in podpad lodging direttamente presso la location.

 

 

 

L’articolo Il Contest “ALCATEL ENJOY NOW” ti fa volare allo Sziget Festival è estratto da GamesVillage.it.

E3 1997. Arriva esattamente venti anni fa la terza edizione dell’ Entertainment Electronic Expo che da Los Angeles si trasferisce e per la prima volta si svolge nella città statunitense di Atlanta, in Georgia. La fiera si tiene dal 19 al 21 Giugno 1997 presso due diverse sedi in contemporanea, il Georgia World Congress Center ed il Georgia Dome per uno spazio espositivo di ben 534.000 metri quadrati, di poco inferiore agli oltre settecentomila del Los Angeles Convention Center. In realtà l’offerta contenutistica è superiore alla precedente edizione, ma più concentrata negli spazi disponibili. Le conferenze principali sono stavolta ben sei diverse e molto spazio è dato al fenomeno dell’online gaming, che sta sempre più prendendo piede, perlomeno sul fronte PC.

La parte del leone la fanno senza dubbio i titoli del genere FPS, First Person Shooter, che, proprio nel 1997, raggiungono il loro massimo successo sul mercato Personal Computer, riservandosi di li a poco di conquistare anche quello console. Titoli quali  GoldenEye 007 di RARE per Nintendo 64, Star Wars: Jedi Knight Dark Forces II di LucasArts, Half-Life di Valve, Unreal di Epic Games, primo titolo a basarsi sull’omonimo motore grafico, Unreal Engine, in seguito usato come standard per il genere, Daikatana nuovo titolo di John Romero, e l’attesissimo Quake II di id Software, ultimi di una lunghissima lista di cloni di DOOM e QUAKE, rubano letteralmente la scena. Poco importa se alcuni di loro usciranno dopo molto tempo sul mercato, anche anni.  L’annuncio di Duke Nukem Forever, ad esempio, si rivelerà per molto tempo privo di fondamento, poichè il titolo verrà realizzato dopo quasi quindici anni, solo nel 2011, diventando per anni un vero e proprio vaporware (software annunciato e mai uscito) per infinite prese in giro da parte di giocatori e stapa specializzata. Grandi attenzioni sono riservate anche a titoli oggi di culto come Fallout, RPG post apocalittico sviluppato dalla società californiana Interplay Entertainment Corporation per PC, Metal Gear Solid di Konami, Final Fantasy VII di SquareSoft e Resident Evil 2 di Capcom. Il messaggio però è chiaro, ormai sono tutti pronti solo a inseguire Sony, regina incontrastata del mercato. Nintendo e Sega si trovano di fronte ad un nemico comune nell’eterna console war!

Inaspettatamente per tutti la direzione artistica della fiera decide di puntare all’interattività a trecentosessanta gradi, includendo ogni singola sfaccettatura del medium interattivo, dal videogame all’interactive movie, passando anche per l’educational, con grande spazio dedicato ai titoli educativi realizzati per scuole ed università. A sorpresa spuntano anche inaspettati stand dedicati all’industria dell’ Interactive Porn Sofware, con dimostrazioni di giochi erotici interattivi, con veri attori del settore pornografico, e programmi dedicati all’educazione sessuale. Proprio nel 1997, storicamente, questa branca del settore raggiunge infatti quote di mercato mai viste prima. Gli stand a tema erotico sono in realtà presenti fin dalla prima edizione e scompariranno proprio dopo la terza, restando una curiosità storica.

La locandina ufficiale dell’evento, con in primo piano il trasferimento nella città di Atlanta, in Georgia.

Ma vediamo nel dettaglio i contenuti dei maggiori competitor per l’edizione E3 1997:

Nintendo finalmente annuncia l’attesa versione 3D di Zelda, attesissima, dopo il grande successo di Super Mario 64 dell’anno precedente, e mostra i primi video di The Legend of Zelda: Ocarina di Time, inizialmente noto come Zelda 64DD e previsto per la futura periferica Nintendo 64 Disk Drive. Grande interesse viene a crearsi attorno a questo interessante add-on, ma dalle parole del presidente stesso di Nintendo of America, l’avvocato Howard Lincoln, si apprende che ancora non è disponibile software di gioco per il formato. Altro accessorio hardware presentato è poi il Modem per Nintendo 64, perfettamente in linea con l’interesse generale delle case per l’online gaming. Grande successo ottiene anche l’annuncio, tramite video rolling non giocabile, di F-Zero X seguito del titolo F-Zero visto sul Super Nintendo nell’ ormai lontano 1990. La software house britannica RARE , first party Nintendo, fa vedere due enormi chicche, il già citato sparatutto in prima persona  GoldenEye 007 e il platform 3D Banjo-Kazooie, titolo oggi di culto tra i fan della grande N. Curioso invece il caso di Conker’s Quest, sempre di RARE e ribattezzato poi Conker Bad Fur Day, che presenta contenuti molto adulti, politicamente scorretti e decisamente lontani dalla classica idea “per famiglie” di Nintendo. Robotech: Crystal Dreams, un titolo promettente ed aspettato da molti fa alzare la platea in piedi ma pochi mesi dopo sarà cancellato senza motivo apparente. Non convince molto invece SuperMan 64, gioco basato sul celebre supereroe statunitense sviluppato da Titus Software, che dopo la sua effettiva uscita sul mercato si guadagnerà il titolo di “peggior videogioco mai creato dopo E.T. The Extra-Terrestrial”. Tra gli altri titoli annunciati spiccano Star Fox 64, che verrà poi comercializzato col nome di Lylat Wars per motivi di copyright perduti e il divertente Tetrisphere 64 una eccezionale interpretazione 3D del classico Tetris sviluppata dalla compagnia canadese H2O Entertainment.

Caotico ma di rigorosa precisione, Tetrisphere è uno dei puzzle più geniali della sua generazione, purtroppo poco noto al grande pubblico

 

Sony ormai ha una console che sta dominando il mercato e per la fiera E3 1997 si concentra decisamente sui titoli, con parecchie esclusive prima disponibili anche o solo per la concorrenza. Il “caso” Final Fantasy VII è emblematico, poichè la serie è stata sempre un vero e proprio cavallo da battaglia della sola scuderia Nintendo, con i primi sei episodi visti su NES e SNES. Sony riesce ad ottenerne l’esclusiva, portando lo sviluppatore giapponese SquareSoft dalla sua parte. Altrettanto altisonante è il nome di Metal Gear Solid, nuovo capitolo in 3D seguito di alcuni giochi della serie Metal Gear visti su MSX e NES, anche questo in esclusiva assoluta. Il nome di Hideo Kojima oggi, da solo, fa letteralmente tremare i giocatori sulle sedie. Emblematico infine anche il passaggio di Lara Croft e della sua serie in esclusiva sul parco giochi PlayStation, con un Tomb Raider II che fa entrare nel mito la saga. Per la prima volta, per altro, il gioco verrà doppiato in diverse lingue europee, tra cui l’italiano. In realtà l’esclusiva sarà solo temporale, perchè l’ anno dopo il titolo arriverà anche sui lidi PC, ma farà la differenza per la console Sony. Nella celebre copertina, tra l’altro, il prominente petto di Lara Croft viene disegnato più tondeggiante, per rimedirare alle famose critiche e parodie delle fin troppo note “tette triangolari” viste nel primo capitolo. Altro seguito attesissimo è Resident Evil 2 di Capcom, che esce inzialmente in esclusiva per PlayStation, diventando il titolo più provato in assoluto dell’intera fiera! Altro eccezionale titolo è poi Castlevania: Symphony of the Night oggi considerato il miglior gioco della saga che per parecchio resta esclusiva Sony, salvo poi arrivare anche su Sega Saturn in una edizione ampliata. Da non sottovalutare il debutto della splendida serie di Oddworld, ideata dal geniale Lorne Lanning, passata un po in sordina per l’impostazione 2D, ormai considerata fuori moda. Direttamente dal mercato arcade arriva un titolo risalente al 1995, Time Crisis di Namco, un divertente sparatutto su binari ideato da Hirofuki Kami e Takashi Satsukawa convertito in esclusiva casalinga per PlayStation. Per giocare al titolo è necessaria una speciale periferica, la ancora poco diffusa Guncon Light Gun, che Sony e Namco decidono di vendere in bundle col gioco. Fondamentale rivoluzione nell’hardware arriva poi nel settore dei controller, con la presentazione del PlayStation Double Analog Controller, joypad con doppio stick analogico, ispirato a quello presentato dal Nintendo 64 nella fiera precedente, che diventerà, fino ad oggi, lo standard assoluto del mercato.

Ormai Lara Croft è un personaggio di culto in diversi ambienti, non solo videoludici, e l’arrivo di Tomb Raider II in esclusiva su PlayStation fa la differenza!

Sega ha durante la fiera uno spazio molto grande ma, paradossalmente, questo spazio è spesso snobbato da visitatori e giornalisti per lo scarso ruolo che la leggendaria società giapponese sta ormai assumendo. Dopo la scomparsa di ATARI sono in molti a temere una fine simile per la casa del porcospino il cui pur eccezionale Sega Saturn è del tutto snobbato dal grande pubblico, ormai rapito dalle meraviglie del circo Sony. Iniziamo dal settore arcade, unica branca in cui Sega è ancora imbattibile, dove arrivano The Lost World: Jurassic Park, gioco ispirato al film omonimo, e Virtua Fighter 3, splendido picchiaduro tridimensionale. Per il Saturn vengono presentati nello stand e durante la conferenza una cinquantina di titoli, di cui però la maggior parte sono già disponibili sul mercato o titoli multipiattaforma, come Megaman X4 di Capcom o Croc di Argonaut Software. Debutta in maniera un po anonima la serie Dead or Alive, in esclusiva casalinga, e arrivano titoli del calibro di Dungeons & Dragons Collection, Lunar Silver Star Story di Game Arts, Shining the Holy Ark, Panzer Dragoon Saga e il divertente titolo di corse a piedi Sonic R. Il già visto Sonic 3D Blast viene presentato anche su formato Personal Computer, ed è un vero simbolo della situazione finanziaria disperata che sta attraversando Sega, che preferisce rilasciare i suoi franchise tripla A persino su un sistema come il PC pur di avere introiti nuovi. Per le macchine basate su Windows Sega rilascia anche Cyber Troopers Virtual On e l’ormai vecchio Virtua Fighter 2. Riempiono infine di tristezza i cuori di tutti i giocatori gli annunci del ritiro dal mercato del Sega Mega Drive e del Sega Game Gear, del resto sistemi ormai parecchio anziani, risalenti rispettivamente al 1988 e al 1990. Nessun nuovo titolo per entrambi i sistemi, però per Mega Drive arriva una interessante collana di ristampe dei migliori giochi, denominata Mega Hit Series che comprende dieci classici selezionati del sistema. Ebbene si, anche per Sega ormai il Mega Drive è diventato retrogaming.

  • Desert Demolition
  • Ecco: The Tides of Time
  • Eternal Champions
  • Mega Bomberman
  • Mighty Morphin Power Rangers
  • Sonic the Hedgehog 3
  • Super Monaco GP
  • Taz in Escape from Mars
  • Vectorman
  • X-Men 2: Clone Wars

Di seguito un video dedicato all’ edizione 1997 dell’ E3:

L’articolo RETRO E3: E3 1997 venti anni fa il debutto di Final Fantasy VII e Resident Evil 2 è estratto da GamesVillage.it.

Crescent Moon Games e We’re Five Games hanno rilasciato Hammer Bomb, un nuovo gioco per dispositivi mobile che strizza l’occhio ai classici FPS degli anni 90 per Windows 95 , Doom in testa. Hammer Bomb appartiene al genere dei dungeon crawler con visuale in prima persona e ci vede catapultati all’interno di diversi labirinti in cerca di Junk Food, ovvero il classico cibo spazzatura della mitologia statunitense del periodo citato dal gioco.

HB1

L’affascinante impostazione grafica del titolo è veramente artistica e ricorda classici quali Minecraft

Sir Hammer Bomb, protagonista del gioco omonimo, ha il gravoso compito di salvare alcuni soldati rapiti combattendo contro ostacoli e nemici di ogni sorta, nascosti ad arte in ogni percorso. Hammer Bomb farà la felicità dei collezionisti di bonus, grazie alla sua grande offerta di item e power-up di ogni tipo, con oltre cinquanta varianti disponibili. Da non sottovalutare infine la bella colonna sonora composta per l’occasione da Evan Gipson.

Hammer Bomb è un piccolo gioiello in Voxel Art, del tutto gratuito per iOS e Android. Non perdetelo!

Di seguito un video trailer dedicato al gioco:

 

 

HB2

HB3

L’articolo Disponibile Hammer Bomb, titolo gratuito in Voxel Art per mobile è estratto da GamesVillage.it.

Splatoon 2

Durante l’evento Treehouse di Nintendo nel corso dell’E3 2017 gli sviluppatori di Splatoon 2 hanno confermato che il gioco girerà su Switch in full HD e a 60 FPS fissi.

Belle notizie per i fan dello sparatutto di Nintendo dunque, che quest’anno hanno avuto modo di apprezzare uno show (che continua tutt’ora, proprio in questo momento) davvero magistrale da parte della casa di Kyoto. Un E3 2017 davvero di alti livelli per Nintendo, con tanti giochi presentati e tra questi Splatoon 2 che sarà disponibile da luglio per l’ammiraglia della grande N rossa, Nintendo Switch.

L’articolo E3 2017: confermati i 60FPS e i 1080p per Splatoon 2 è estratto da GamesVillage.it.

Ni No Kuni 2: Revenant Kingdom

Tra annunci roboanti e grafica sempre più ultrarealistica, era facile perdere di vista uno degli giochi più da intenditori di questo E3, Ni no Kuni 2: Revenant Kingdom. Per chi non avesse familiarità con il primo capitolo, si tratta di un tradizionale JRPG realizzato però in collaborazione con lo Studio Ghibli, principalmente per quanto riguarda l’art direction e il character design. Non a caso, a capo della colonna sonora avremo nientemeno che Joe Hisaishi, storico collaboratore di Hayao Miyazaki che ha composto la maggior parte delle soundtrack dei suoi memorabili film. La storia di Ni no Kun 2: Revenant Kingdom si discosta parecchio da quanto visto nel primo episodio, scegliendo di raccontare un’altra vicenda nello stesso universo, ma con nuovi personaggi. Il protagonista di questa storia si chiama Evan, un ragazzo (ma inizialmente l’avevo scambiato per una ragazza… misteri del character design giapponese) di 11 anni, che ha sulle spalle la responsabilità di diventare il nuovo re del suo regno, dopo che suo padre è stato deposto e ucciso. I responsabili di Bandai Namco ci hanno tenuto a dire che questo sarà un gioco basato sulla storia (e ci mancherebbe), e a livello tematico abbiamo degli spunti molto interessanti. Il tema portante della narrazione sarà infatti la scoperta di quello che significa essere un regnante, un viaggio di formazione che porterà Evan a crescere e a prendersi le sue responsabilità.

Ni no Kuni 2: Revenant Kingdom

Lungo la strada sarà aiutato da uno strana creaturina (molto simile a Calcifer de Il castello errante di Howl), che formerà un patto con lui, segno che Evan è in effetti destinato a diventare un re, nonostante abbia ancora molto da imparare. Il patto è molto importante, perché la creatura si ciba del rapporto che esiste tra il re, i suoi sudditi e il suo regno, per cui è un rapporto di mutua collaborazione. Non sempre le cose vanno bene, e infatti in un regno corrotto dal potere la creatura con cui il re ha sancito il patto è diventata un gigantesco drago che mette a ferro e fuoco la città. Viene da domandarsi cosa succederebbe se ci fosse un sistema simile in Italia. La storia promette di essere molto profonda nelle tematiche, del resto non capita tutti i giorni di trovare un JRPG basato su una tematica apparentemente distante dalle fiabe come la politica. Tra i personaggi più interessanti, sicuramente un misterioso uomo che viene da un’altra dimensione molto simile alla nostra. Nel mondo di Evan questo personaggio ha un aspetto giovanile e affascinante, ma in realtà nella sua dimensione è molto anziano, è infatti il presidente di una nazione con una grandissima esperienza di vita che dovrà trasmettere a Evan. Abbiamo provato a chiedere agli addetti ai lavori se alla fine si scopre che in realtà si tratta di Putin, ma ci hanno guardato male e non ne abbiamo parlato più. Non mancherà un personaggio femminile forte, come da tradizione dei film di Miyazaki, e sarà rappresentato dalla guardia del corpo di Evan. Con la storia scritta dal presidente di Level-5, un art style come sempre sul pezzo e un sistema di combattimento meno astruso del predecessore, Ni no Kuni 2: Revenant Kingdom promette di essere uno dei giochi che più tocca tenere d’occhio della lineup di Bandai Namco. Call of Duty chi?

L’articolo Ni no Kuni 2: Revenant Kingdom – Anteprima è estratto da GamesVillage.it.

Minecraft

Oggi il CEO di Mojang, Jonas Märtensson ha dissipato alcuni dubbi riguardo Minecraft  e le funzionalità cross play tra le varie versioni del gioco, non ultima quella per Nintendo Switch.

Minecraft

Sostanzialmente, per garantire la migliore esperienza possibile ai giocatori, gli sviluppatori di Minecraft hanno deciso di appoggiarsi alla piattaforma per il gioco online di Microsoft, Xbox Live, e alla sua riconosciuta affidabilità. Questo comporterà dunque l’obbligo per i giocatori che vorranno avvalersi della funzione cross play di Minecraft dovranno necessariamente possedere un account Xbox Live in corso di validità e accedervi. E si, questo vale ovviamente anche per i giocatori su Nintendo Switch.

L’articolo Minecraft, il cross play si affida a Xbox Live è estratto da GamesVillage.it.

Se avete seguito gli eventi Nintendo degli ultimi giorni (e quale appassionato non l’ha fatto?) avrete già notato che Pokkén Tournament DX arriverà presto anche su Nintendo Switch. Durante l’ultimo Treehouse sono state rivelate mole novità riguardo alla versione per l’ammiraglia nintendo del celebre gioco. Eccole qua sotto, tutte per voi!

– I pokémon utilizzabili saranno ventuno, compreso Decidueye;

– Litten Popplio saranno presenti;

– Ci saranno due nuovi stageThalia Beach Reggie Ruins;

– Una delle mosse di Decidueye agirà come una sorta di debuff per l’avversario e sempre Decidueye potrà ritardare le sue mosse aeree;

– Popplio vi consentirà di effettuare dei salti doppi;

– Introdotti i Group Matches per la modalità online e supporteranno fino a cento giocatori;

– In modalità replay potremo ammirare anche i combattimenti dei nostri amici;

– Le battaglie in team potranno essere giocate con una squadra di tre pokémon e avremo modo di scegliere il pokémon da schierare senza che l’avversario sappia quale sia;

– Croagunk sarà in grado di schivare gli attacchi avversari ed aggirare i nemici con estrema facilità.

Queste per ora tutte le novità di rilievo su Pokkén Tournament DX, in arrivo per Nintendo Switch. Restate con noi per essere costantemente aggiornati su Nintendo e, ovviamente, su tutto il mondo del gaming.

 

 

L’articolo E3 2017: Pokken tournament DX, tante nuove informazioni dal Nintendo Treehouse è estratto da GamesVillage.it.

Asobo StudiosFocus Home Interactive hanno oggi, per la prima volta, svelato al mondo il loro ultimo titolo A Plague Tale: Innocence, annunciato alle masse già nei mesi scorsi ma del quale ancora non si era visto un granchè. Ebbene, oggi, durante l’E3 2017, il team di sviluppo e il publisher congiuntamente hanno mostrato il teaser trailer che vi proponiamo proprio qua sotto.

Purtroppo ancora nessuna data di uscita o finestra di lancio dichiarata per A Plague Tale: Innocence, ma possiamo dirvi che il titolo ambientato nella Francia medievale dovrebbe arrivare in versione PC, Playstation 4 Xbox One. Restate con noi pe rtutte le informazioni riguardo a questo gioco e, ovviamente, per seguire in nostra compagnia l’E3 2017.

L’articolo E3 2017, A Plague Tale: Innocence si svela in un nuovo teaser trailer è estratto da GamesVillage.it.

Far Cry 5

Ubisoft continua a rilasciare materiale su materiale per Far Cry 5, il prossimo titolo della celeberrima saga, che arriverà sulle nostre console a partire dal 27 febbraio 2018. Come ricorderete (ma se volete rinfrescarvi la memoria siamo qui per questo!) vi abbiamo già mostrato ad esempio i contenuti delle due Collector’s Edition previste per il gioco. Oggi è invece la volta di un nuovo video gameplay incentrato su Nick rye, uno dei nostri comprimari nella prossima avventura Ubisoft.

Nell’attesa di poter finalmente apprezzare il nuovo Far Cry 5 vi ricordiamo che il titolo, il cui lancio è previsto per il 27 febbraio 2018, sarà disponibile per PCPlaystation 4 e Playstation 4 PRO, Xbox One e Xbox One X. Pronti a scoprire il MontanaHope County?

L’articolo Far Cry 5: un nuovo video gameplay ci presenta Nick Rye è estratto da GamesVillage.it.

Flag Counter
Facebook Page
Video Calciomercato
Video Sport News