Newsletter
Flag Counter
Facebook Page
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Games

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

Square Enix ha comunicato che lo scenario della prima parte di Final Fantasy VII Remake sarebbe già pronto.

La notizia ci arriva direttamente dalle pagine del nuovo numero di Famitsu, dove sono stati intervistati Yoshinori Kitase e Tetsuya Nomura. Se masticate il giapponese ecco dove trovare la notizia originale.

Non è ancora chiaro a quale parte di gioco si riferisca la “prima parte”, quindi restiamo in attesa di ulteriori dettagli rivelati in questa intervista.

scenario della prima parte di Final Fantasy VII Remake

Per chi non lo sapesse, Square Enix ha annunciato che Final Fantasy VII Remake sarà rilasciato con una formula a episodi per ottimizzare i tempi di uscita e non dover tagliare i contenuti.

Chi si fosse invece perso il trailer di presentazione mostrato durante la PlayStation Experience può trovarlo QUI.

 

Bandai Namco ha pubblicato questa mattina sul suo canale YouTube giapponese un nuovo trailer di Tales of Berseria, il prossimo episodio della sua storica serie jRPG.

Presentato ufficialmente a giugno durante un evento speciale, Tales of Berseria è attualmente in lavorazione e sarà l’ultima parte della celebrazione del ventennale della serie Bandai Namco. Il titolo è previsto per PlayStation 3 e PlayStation 4.

trailer di Tales of Berseria

Square Enix ha rilasciato una nuova infografica che mostra i 12 Eidolon di Final Fantasy Explorers.

Il titolo include una varietà di Eidolon storici della serie Final Fantasy, a cui si aggiungono due nuovi di zecca: Dryad e Amaterasu.

In Final Fantasy Explorers gli avventurieri possono affrontare i 12 Eidolon da soli o in gruppo fino a quattro giocatori. Dopo che i giocatori hanno sconfitto un Eidolon, hanno la possibilità di evocarlo in battaglia.
Sarà disponibile anche la modalità Trance, in cui si avrà la capacità temporanea di trasformarsi in altri personaggi iconici della serie Final Fantasy.

Dopo aver completato la storia principale, i giocatori in cerca di altre sfide avranno la possibilità di combattere contro le versioni aberranti di ogni Eidolon che sono significativamente più potenti in battaglia rispetto alle loro controparti originali e caratterizzate da un design differente.

Eidolon-di-Final-Fantasy-Explorers

Final Fantasy Explorers arriverà in Europa il 29 Gennaio 2016, in esclusiva per Nintendo 3DS.
La Collector’s Edition è disponibile in esclusiva, e in quantità limitata, sullo Store online di Square Enix.
Questi i contenuti:

  • custodia personalizzata per Nintendo 3DS
  • artbook di 40 pagine
  • CD con 20 brani musicali
  • selezione di quest sbloccabili e di armi Final Fantasy
 Eidolon in Final Fantasy Explorers Collector's Edition

 

 

System Shock 3 è in fase di sviluppo e la notizia è stata confermata ufficialmente da Otherside Entertainment, sviluppatori di Underworld Ascendant. Nei giorni scorsi era apparso nel loro sito ufficiale una pagina teaser con chiari riferimenti alla saga sviluppata su PC negli anni ’90 e composta da due capitoli apprezzatissimi dai pcisti dell’epoca.

System Shock 3

Sulla stessa home page oggi è stato aggiunto anche un audio che presenta una voce inconfondibile per i fan: quella dell’attrice Terri Brosius (System Shock 1 e 2, Dishonored) che riprenderà il suo ruolo nei panni di SHODAN (l’intelligenza artificiale presente nei titoli dei Looking Glass Studios).

otherside entertainment system shock 3 Faranno parte del team di sviluppo anche membri del team che diede i natali a System Shock e System Shock 2, notizia che fa ben sperare in qualcosa in più di una mossa commerciale. I tempi sono ancora incerti in quanto System Shock 3 si trova attualmente nelle fasi iniziali di concept ma non mancheremo di fornirvi tempestivi aggiornamenti non appena saranno disponibili. Continuate a seguirci e, nel frattempo, un po’ di sano retrogaming è d’obbligo.

Fate spazio a Yarny! Coldwood Interactive e Electronic Arts Inc. (NASDAQ: EA) oggi hanno annunciato che Unravel™ sarà disponibile in tutto il mondo a partire dal 9 febbraio 2016, in versione digitale su Origin™ per PC, PlayStation®4 e Xbox One. Il trailer di Unravel rilasciato oggi mostra delle nuove scene di gameplay di Yarny – il piccolo, nuovo personaggio composto da un gomitolo di filo – che sarà il protagonista di una avventura che gli permetterà di riallacciare i fili dell’amore.

“Il gaming è un media molto potente, in grado di ispirare ed emozionare i giocatori. Con Unravel, speriamo di fare proprio questo” dice Martin Sahlin, Creative Director a Coldwood. “La missione di Yarny è quella di riallacciare legami perduti e il filo rappresenta l’amore e le emozioni che legano le persone. Lungo la strada, testeremo il vostro ingegno con puzzle ambientali ispirati dal luogo in cui siamo cresciuti: il nord della Svezia.”

Unravel è un gioco che parla di come superare gli ostacoli, grandi e piccoli. Utilizzando il piccolo filo di Yarny e il suo grande cuore, i giocatori potranno attraversare ed esplorare gli ambienti mozzafiato della Scandinavia del nord in questo originale puzzle platformer. Alcune sfide saranno semplici, come ad esempio usare il filo di Yarny per superare una buca o scendere da un albero. Ma altri saranno più complessi e i giocatori dovranno utilizzare il filo di Yarny in modi intelligenti e creativi. In qualsiasi caso, nessuna sfida è troppo difficile da superare per Yarny. Lungo la strada, scoprirai una emozionante storia che parla d’amore, desiderio e di legami indissolubili, con Yarny che farà da connettore con il suo filo rosso.

Unravel è sviluppato presso Umeå, Svezia da Coldwood Interactive e sarà disponibile a €19.99 in Italia. Gli iscritti a EA Access possono giocare ad Unravel prima dell’uscita, prevista per il 9 febbraio ed ottenere uno sconto del 10% sul gioco, solo su Xbox One.

Unravel
Unravel
Unravel
Unravel

Dopo vari rumor in questi giorni, è arrivato finalmente l’annuncio ufficiale. Volvanion, il Pokémon vapore è stato svelato in tutta la sua potenza in un video caricato oggi sul canale ufficiale Pokémon.

Di seguito il video:

“Questo Pokémon presenta una combinazione di tipi assolutamente inedita: è sia di tipo Fuoco che di tipo Acqua! Grazie a questi due elementi, all’interno del suo corpo si forma del vapore che gli permette di generare onde d’urto esplosive e getti di vapore incandescenti, scagliati dagli arti che ha sul dorso. Si dice che la sua potenza sia tale da spazzare via le montagne e cambiare volto a un’intera area. Tieni d’occhio il sito ufficiale per tutti i dettagli!”

Per tutti voi amanti dell’anime Ghost in the Shell, abbiamo una bella notizia: pochi giorni fa ci è stata data da Nexon e Star2com (che ringraziamo vivamente) la possibilità di provare in anteprima Ghost in the Shell: Stand Alone Complex-First Assault Online, il nuovo FPS basato sull’anime omonimo e che arriverà presto sui nostri PC. È stata una prova breve ma intensa e, dettaglio di non poca importanza, abbastanza divertente.

La prova si è svolta in compagnia di due degli sviluppatori che ci hanno spiegato una dopo l’altra le caratteristiche principali della loro nuova creatura. Il gioco è stato ispirato da una puntata precisa della prima stagione dell’anime, in cui il la Section 9 viene ingiustamente accusata di tradimento e dovrà combattere per riscattare il proprio nome. L’intera esperienza di gioco è profondamente ispirata alla serie e l’attenzione per i dettagli è palpabile dall’accuratezza delle mappe, dai numerosi riferimenti e dai vari personaggi, le cui abilità si rifanno direttamente alla loro controparte animata.

Subito dopo aver avviato il gioco e fatto i vari tutorial, avremo la possibilità di scegliere il nostro personaggio tra un roster fatto di facce note per i fan della serie. Ogni personaggio ha delle abilità peculiari, come diventare invisibile, utilizzare una serie di razzi che spuntano da un braccio, vedere i nemici attraverso i muri, eccetera. Noi abbiamo scelto Makoto (ovviamente), la cui abilità è quella di diventare invisibile, o quasi. Curiosamente, ma nemmeno troppo, la nostra squadra era composta quasi solamente da varie Makoto. Prima di iniziare la prova, ci è stata svelata una delle feature più divertenti del gioco: indipendentemente da quale personaggio prenderemo, i nostri avversari ci vedranno come un soldato generico e non avranno idea di quale personaggio avranno di fronte, non finché non sarà troppo tardi, probabilmente.

Ghost in the Shell: Stand Alone Complex-First Assault Online - Hands On

La prova si è svolta in tre partite, ognuna in una modalità e mappa diversa: Team Deathmatch, Terminal Conquest e Plant the Bomb. Niente di troppo innovativo per quanto riguarda le modalità, ma ci è stato promesso che ne saranno aggiunte altre nel corso della fase di early access che arriverà prossimamente. Cosa invece ci è piaciuto è stata l’atmosfera durante le partite, molto immersiva grazie a mappe sicuramente molto familiari per chiunque abbia confidenza con Ghost in the Shell. Ma non solo per questo: Ogni mappa è ben studiata e presenta diversi punti di vantaggio per chi sa cercarli. Prendiamo ad esempio la mappa che abbiamo provato nella prima modalità, il Team Deathmatch: nonostante fosse solo  un cerchio, lo sviluppo verticale della mappa la rendeva molto profonda da un punto di vista strategico. Prendere possesso delle zone più elevate offriva un’ottima visuale su quasi metà mappa, che però essendo abbastanza piccola, rendeva questi punti strategici molto contesi e non un angolo di paradiso per i camper. Il nostro team ha vinto questa partita (con una buona prova di chi scrive questo articolo), e alla fine del match siamo stati portati sulla schermata delle ricompense. Qui ci viene riassunto il nostro andamento durante la partita, ci vengono assegnati punti esperienza sia per il personaggio sia per la proficency con il loadout utilizzato. Livellare entrambe le cose serve a sbloccare nuovi oggetti per customizzare le nostre armi e il resto dell’inventario, ma di questo parleremo più avanti.

La seconda partita è stata su una mappa diversa, ispirata da un’altra puntata della serie. Terminal Conquest è semplicemente una modalità a obiettivi, in cui bisogna hackerare dei terminali per far spawnare un grosso mech che combatterà al nostro fianco. Niente di diverso dal solito, ma l’annessione del mech è una divertente aggiunta visto che oltre a farci correre come pazzi quando ci punta, offre altra profondità strategica. È infatti possibile hackerare il robottone per metterlo fuori uso e annullare il vantaggio conquistato dagli avversari. Farlo però è un’impresa tutt’altro che facile visto che ci vuole del tempo e c’è bisogno che il resto del team lo tenga occupato e tenga lontani gli altri avversari da chi sta hackerando. Decidere di percorrere questa strada è quindi tutt’altro che scontato, anzi.

Ghost in the Shell: Stand Alone Complex-First Assault Online - Hands On

Durante questa partita (che abbiamo vinto ancora, anche se questa volta assolutamente non grazie a chi vi scrive), abbiamo notato diversi problemi di lag e importanti cali di FPS che però non abbiamo riscontrato né nella prima, né nella terza partita. Nemmeno gli sviluppatori sembravano preparati a questo inconveniente, quindi non doveva essere un problema frequente. In ogni caso il gioco è ancora in piena fase di sviluppo, e la stabilità e fluidità delle altre modalità ci fa ben sperare.

La terza modalità è stata forse la più divertente: la classica Plant the Bomb tanto cara ai vecchi fan di Call of Duty 4. Come è lecito aspettarsi, questa modalità ha fatto salire l’adrenalina e la tensione a livelli decisamente alti. La conversazione di otto persone in cui eravamo era diventata decisamente meno rumorosa e la concentrazione era palpabile. Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, Plant the Bomb è una modalità in cui un team deve piantare una bomba in uno di due punti specifici della mappa, e l’altro lo deve impedire. A rendere la cosa avvincente c’è il limite di una vita per giocatore. Una volta morti, tutto quello che possiamo fare è guardare giocare i nostri compagni (e insultarli quando vengono uccisi). La partita è iniziata decisamente male per il nostro team, che si è trovato indietro di quattro round persi su quattro. Per fortuna i round erano dodici, in cui i primi sei dovevamo attaccare, e gli altri sei difendere. Dopo un inizio drammatico però siamo riusciti a riportare la partita in parità, per poi vincerla in estremis nel finale (ancora una volta, non grazie a chi vi scrive). Anche sta volta la mappa era piena di punti caldi, snodi che, se controllati con sapienza, possono fare la differenza nel corso della partita. Questo titolo ci è stato presentato come un gioco molto tattico, dove il teamplay è una caratteristica fondamentale. Se nelle altre due modalità però ognuno ha giocato abbastanza da solo senza poi procurare effetti troppo negativi ai compagni, in questa terza partita la comunicazione è stata molto importante. Un po’ per la modalità, un po’ perché stavamo iniziando a prendere confidenza con i nostri personaggi, ma quest’ultimo match è stato, di molto, il più divertente.

Parliamo ora un po’ di customizzazione. Come detto, ogni personaggio ha le proprie abilità, perciò la scelta di quest’ultimo a inizio partita ha un’importanza elevata. A questo bisogna aggiungere un’altra delle caratteristiche più importanti del gioco: Le nostre abilità possono essere condivise con il resto del team, a patto di aver caricato una barra apposita e che i nostri compagni siano abbastanza vicini a noi. Se entrambi questi requisiti sono soddisfatti, ecco che possiamo condividere le nostre abilità con gli altri e allora avere un team vario che possa rispondere a ogni tipo di minaccia diventa fondamentale.

Ghost in the Shell: Stand Alone Complex-First Assault Online - Hands On

In ogni FPS che si rispetti bisogna avere una scelta di armi di un certo livello. First Assault ci ha soddisfatto molto da questo punto di vista, con una buona quantità di armi e un’eccellente scelta di modi in cui modificarle. Tra grip, mirini, muzzle, e tante altre cose, avremo davvero tanto su cui pensare prima di scegliere il loadout che preferiamo. Inizialmente però non avremo a disposizione granché ed è a questo che servono i punti esperienza che riceveremo alla fine di ogni partita: per sbloccare sempre più oggetti e slot con cui potenziare il nostro inventario.

Tutto bello quindi per quanto riguarda il gameplay. Ma la tecnica? Beh qui forse First Assault mostra delle incertezze: la grafica dà la sensazione di essere un po’ datata. Se fosse uscito qualche anno prima probabilmente sarebbe degna di un titolo tripla A. Oggi risulta abbastanza comune. Non è necessariamente un aspetto negativo però, visto che se da una parte questa grafica non fa urlare al miracolo, dall’altra è decisamente leggera e non richiede computer particolarmente potenti per far girare il gioco in modo più che eccellente. E al resto ci pensa l’ottimo lavoro di richiami alla serie e dettagli che ci fa dimenticare le incertezze visive. Anche per quanto riguarda la stabilità ci possiamo ritenere soddisfatti, con FPS stabili per quasi tutta la durata della prova, il che, considerato lo stato di sviluppo, è abbastanza incoraggiante.

Ghost in the Shell: Stand Alone Complex-First Assault Online - Hands On

Siamo rimasti abbastanza soddisfatti da questa prova di Ghost in the Shell: Stand Alone Complex-First Assault Online. Il titolo si presenta come un FPS abbastanza classico per quanto riguarda le modalità di gioco, ma ha diverse piccole innovazioni che lo potrebbero rendere interessante per giocatori di shooter vecchi e nuovi. E poi stiamo parlando di Ghost in the Shell: tutti coloro che amano questa serie non possono che fremere dalla voglia di mettere le mani su un gioco che, a nostro modo di vedere, ha un buon futuro davanti a sé.

A quanto pare su internet sono stati leakati i contenuti che verranno presentati domani nel Nintendo Direct dedicati a Super Smash Bros.

Esaminiamoli insieme!

– Qui vediamo le musiche che arriveranno in gioco con l’entrata in roster di Cloud. Speriamo che con l’inserimento delle musiche di Final Fantasy VII nessuno l’amenti l’assenza del combattimento a turni…

Super Smash Bros nuovi personaggi
Super Smash Bros nuovi personaggi– Qui troviamo una nuova modalità chiamata Adventure Mode.Naturalmente non conosciamo ancora i dettagli, che verranno in caso svelati domani, ma ecco la schermata del menù.

Super Smash Bros nuovi personaggi
– Ecco alcune immagini dell’ Adventure Mode, che si tratti di una scalata? In ogni caso non sappiamo come reagirà la community a l’inserimento di una nuova modalità in singolo, che sarà (presumibilmente) inutile per il multigiocatore.

Super Smash Bros nuovi personaggi Super Smash Bros nuovi personaggi

  • Infine ecco l’aggiunta più succosa di tutte: assieme a Cloud si getteranno nella mischia anche Wolf e Paper Mario! Di seguito le immagini della selezione dei personaggi, delle musiche, e degli stage!Super Smash Bros nuovi personaggi Super Smash Bros nuovi personaggi Super Smash Bros nuovi personaggi Super Smash Bros nuovi personaggi Super Smash Bros nuovi personaggi sadasd sdfsdf sfdsdfs sdfsdfdsf

Che ne pensate? Siete soddisfatti? Speravate di vedere una “pala” in più nel roster? (noi si). Ricordatevi di seguire l’evento assieme a noi domani alle 23 sul nostro canale Twitch!
Non siamo sicuri della veridicità di questi screen, che potrebbero essere tranquillamente dei fake ben realizzati. In ogni caso le novità che arriveranno domani, che siano queste o meno, saranno di certo succose ed interessanti.

A quanto pare su internet sono stati leakati i contenuti che verranno presentati domani nel Nintendo Direct dedicati a Super Smash Bros.

Esaminiamoli insieme!

– Qui vediamo le musiche che arriveranno in gioco con l’entrata in roster di Cloud.

rUXhTRe 8GLRXLl
– Qui troviamo una nuova modalità chiamata Adventure Mode. Non conosciamo ancora i dettagli ma ecco la schermata del menù.

FYUrKka
– Ecco le immagini della fantomatica Adventure Mode

dMM9Uxj WRt1LEv

  • Infine ecco l’aggiunta più succosa di tutte: assieme a Cloud si getteranno nella mischia anche Wolf e Paper Mario! Ecco le immagini della selezione dei personaggi, delle musiche, e degli stage!

    y4Z4SVl pil9gQm iaq3pDx 3vnvBb3 KFSKAhT M1vqkk3 h2gfeUe 12hMssD VRj1sWu

Che ne pensate? Siete soddisfatti? Ricordatevi di seguire l’evento assieme a noi domani alle 23 sul nostro canale Twitch!