Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Informatica

(AGI) – Roma, 9 lug. – Tenere sempre aggiornato il software
del proprio pc, munirsi di un buon antivirus, fare periodici
backup dei propri file e, soprattutto, fare attenzione alle
mail che ci arrivano, specialmente se non attese, evitando di
cliccare sui link o di aprire gli allegati. Sono i consigli che
la Polizia di Stato da’ a tutti gli utenti della rete per
impedire l’infezione del “Cryptolocker”, il nuovo virus che da
qualche tempo imperversa sul web. E che ha indotto la stessa
Polizia postale e delle comunicazioni ad aumentare le misure di
prevenzione e contrasto: e’ di ieri l’operazione che
ha permesso di sgominare un’organizzazione criminale per
associazione per delinquere finalizzata all’accesso abusivo
informatico, estorsione on line e riciclaggio dei proventi
realizzati proprio mediante la diffusione di “Cryptolocker”, di
cui sono rimaste vittima privati cittadini ma anche aziende,
private e pubbliche. Secondo uno scenario ormai
collaudato,l’ignaro utente riceve sulla propria casella di
posta elettronica un messaggio che fornisce indicazioni su
presunte spedizioni a suo favore oppure contenente un link
relativo ad un acquisto effettuato on line a anche da altri
servizi.
Cliccando sul link oppure aprendo l’allegato – solitamente
un documento in formato pdf – viene iniettato il virus che
immediatamente cripta il contenuto delle memorie dei computer,
anche di quelli eventualmente collegati in rete.
A questo punto scatta il ricatto dei criminali informatici
che richiedono agli utenti, per riaprire i file e rientrare in
possesso dei propri documenti, il pagamento di una somma di
alcune centinaia di euro in “bitcoin” (una moneta virtuale, il
cui valore e’ stabilito dal mercato) a fronte del quale
ricevere via e-mail un programma per la decriptazione. “E’
importante non cedere al ricatto – raccomanda la Polizia –
anche perche’ non e’ certo che dopo il pagamento vengano
restituiti i file criptati”.
Per maggiori informazioni e assicurare un contatto diretto
con il cittadino, si puo’ fare riferimento anche al
commissariato di ps on-line, per tutti coloro che frequentano
la rete, caratterizzato da innovativi sistemi di
interattivita’ con l’utente, all’indirizzo
www.commissariatodips.it. Il portale e’ stato appena integrato
con una “app” scaricabile gratuitamente sul proprio smartphone
o tablet per venire incontro alle crescenti richieste di
assistenza e di aiuto degli utenti della rete, in tempo reale e
di conoscere sempre di piu’ il mondo del web, i suoi rischi e
le sue opportunita’.(AGI)
.

(AGI) – Milano, 9 lug. – Nel 2014 sul sito italiano di eBay
(eBay.it) sono stati venduti 74 oggetti ogni minuto, vale a
dire piu’ di 1 oggetto al secondo. Il sito di compravendita,
nato negli Stati Uniti esattamente 20 anni fa, e’ presente dal
2001 con la sua piattaforma italiana che ha oltre 4,5 milioni
di acquirenti attivi e piu’ di 26mila venditori professionali.
Tra l’altro eBay dimostra di essere un valido aiuto per
l’export, visto che il 63% dei venditori professionali ha
venduto all’estero. I dati sono stati forniti nel corso di un
incontro con la stampa a Milano. Lo scorso anno i prodotti
piu’ venduti su eBay.it sono stati gli articoli di elettronica
di consumo e quelli di telefonia (entrambi registrano un
acquisto ogni 5 secondi); arredamento e bricolage (uno ogni 7
secondi); ricambi per auto o moto (uno ogni 8 secondi);
abbigliamento (uno ogni 10 secondi) e prodotti di bellezza e
salute (uno ogni 20 secondi). Se si guarda alla frequenza degli
acquisti via ‘mobile’ in Italia (ad esempio tramite smartphone
o tablet), si registra l’acquisto di un paio di scarpe da donna
ogni 2 minuti; una borsa, sempre da donna, ogni 4 minuti e un
tablet ogni 5. Attualmente sono in vendita piu’ di 55 milioni
di articoli solo in Italia, suddivisi in oltre 7mila categorie.
Da eBay.it nel 2013 sono state vendute merci in 176 Paesi del
mondo. I primi 3 Paesi in cui si esporta attraverso il sito
sono Germania, Francia e Stati Uniti; mentre si importa
soprattutto da Gran Bretagna, Germania e Cina. Se si prende in
considerazione tutto il mondo, invece, nel 2014 su eBay sono
stati venduti beni per 83 miliardi di dollari e nel primo
trimestre 2015 per 20 miliardi. Gli acquirenti attivi sono 157
milioni e le inserzioni sono oltre 800 milioni, provenienti da
circa 200 paesi del mondo e inserite da 25 milioni di
venditori. Ebay era nato come un sito di vendita di oggetti
usati tramite delle aste online, ma oggi oltre l’80% dei beni
messi in vendita sono proposti a prezzo fisso e 4 su 5 sono
prodotti nuovi. eBay e’ presente con il sito localizzato in 25
Paesi e l’acquisto e’ disponibile in quasi tutte le lingue del
mondo. Il numero di frodi, negli ultimi sette anni, si e’
ridotto del 50%. Oggi solo una piccola percentuale (molto
inferiore all’1%) di tutte le transazioni che hanno luogo sulla
piattaforma incontra un qualche tipo di problema. Infine, nel
2014 eBay ha generato circa 28 miliardi di dollari attraverso
il ‘mobile’.
.

(AGI) – Roma, 9 lug. – Babbel, la app leader per
l’apprendimento delle lingue online, ha chiuso un round di
finanziamenti da 22 milioni di dollari, che andranno ad
incrementare la crescita dell’azienda. Il round e’ guidato da
Scottish Equity Partners (SEP), che si affianca ai precedenti
investitori, quali Reed Elsevier Ventures, Nokia Growth
Partners (NGP) e VC Fonds Technologie Berlin gestita da IBB
Bet.
Babbel ha raggiunto al momento i 120 mila download al
giorno.
“Babbel sta definendo un nuovo mercato e rivoluzionando il
modo in cui si imparano le lingue”, afferma Markus Witte,
fondatore e ceo di Babbel. Per aiutare gli utenti a raggiungere
velocemente un buon livello di conversazione nella lingua
prescelta e’ impegnato un team di professionisti del settore:
linguisti, autori e specialisti di didattica che creano corsi
per ogni combinazione di lingue. Al momento sono disponibili 14
lingue di apprendimento e 7 lingue di visualizzazione. Babbel
e’ disponibile per computer, smartphone e tablet e ora anche
per Apple Watch. (AGI)

(AGI) – Trieste, 8 lug. – Bloccato “Cryptolocker”, il sistema
online di trasmissione del virus attraverso un mail,
proveniente apparentemente da corrieri per le spedizioni o
agenzie governative, in grado di criptare il contenuto delle
memorie del computer. La banda di criminali che effettuava
estorsioni online e’ stata sgominata dalla Polizia di Stato di
Trieste, coordinata dalla procura locale diretta da Carlo
Mastelloni. A causa di “Cryptolocker” gli utenti, per riaprire
i file, erano costretti a pagare un riscatto in “bitcoin” a
fronte del quale veniva loro inviato poi, sempre via e-mail, un
programma per la decriptazione. Da tempo la Polizia postale e
delle comunicazioni aveva diramato diversi “alert” anche
attraverso gli organi di informazione per richiamare
l’attenzione dei cittadini, inserendo periodicamente degli
avvisi in coincidenza dell’apparire di nuove forme di
Cryptolocker sul web.
L’attivita’ criminale, che si era diffusa gia’ da diversi
mesi, aveva fatto molte vittime anche “eccellenti” considerato
che nella trappola sono caduti in tutta Italia oltre tantissimi
privati e aziende anche diversi sedi governative, come
tribunali, uffici comunali e alcune strutture delle diverse
forze dell’ordine. Le indagini hanno avuto una svolta decisiva
nel marzo di quest’anno, a seguito di una denuncia sporta
dall’amministratore delegato di una societa’ la cui impiegata
aveva incautamente aperto un link, pervenuto in allegato a una
e.mail che preannunciava un rimborso su una spedizione. Una
volta aperto il link, e’ stato in realta’ scaricato il
“Cryptolocker” che aveva criptato il contenuto delle memorie
dei pc aziendali. (AGI)
.

(AGI) – Washington, 8 lug. – In Italia e’ in vendita solo dal
26 giugno ma negli Usa l’ultimo oggetto del desiderio degli
‘Apple Addicted’, l’Apple Watch, dopo un’iniziale successo al
suo apparire a fine aprile (fino ad 1,5 milioni di pezzi), ha
visto le vendite crollare anche del 90%. E’ quanto riferisce il
sito MarketWatch del gruppo Dow Jones.
Dal picco di aprile, quando viaggiava sui 200.000 pezzi al
giorno, ora le vendite viaggiano in media sui 20.000 e a fine
giugno ne sono stati venduti anche solo 4/5.000.

Market Watch riporta una ricerca degli analisti di Slice
Intelligence che sottolineano come peraltro due terzi dei
gadget venduti appartengano alla versione base da ‘soli’ 349
dollari, invece della versione piu’ ricca da 549. Piu’ pesante
di un flop e’ stata la vendita delle versioni top che partivano
dai 10.000 dollari: ne sono state vendute finora meno di 2.000.
I prezzi in Italia, come spesso per tutti i prodotti di
Cupertino, sono piu’ alti: la versione base (watch sport) viene
419 euro, si passa poi ad una versione piu’ sofisticata (watch)
che arriva ad un massimo di 1.269, per giungere al top di gamma
(watch edition), il cui modello piu’ esclusivo raggiunge i
18.400 euro. Al momento non si hanno dati su come le vadano le
vendite in Italia. (AGI)

(AGI) – Washington, 8 lug. – In Italia e’ in vendita solo dal
26 giugno ma negli Usa l’ultimo oggetto del desiderio degli
‘Apple Addicted’, l’Apple Watch dopo un’iniziale successo al
suo apparire a fine aprile (fino ad 1,5 milioni di pezzi), ha
visto le vendite crollare anche del 90%, un autentico mezzo se
non totale flop. E’ quanto riferisce il sito MarketWatch del
gruppo Dow Jones.
Dal picco di aprile, quando viaggiava sui 200.000 pezzi al
giorno, ora le vendite viaggiano in media sui 20.000 Apple
Watch. A fine giugno ne sono stati venduti anche solo 4/5.000.
Market Watch riporta una riecrca degli analisti di Slice
Intelligence che sottolineano come peraltro due terzi dei
gadget venduti appartengono alla versione base da ‘soli’ 349
dollari, invece della versione piu’ ricca da 549. Piu’ che un
flop e’ stata la vendita delle versioni top che partivano dai
10.000 dollari. Ne sono state vendute finora meno di 2.000.
I prezzi in Italia, come sopesso per tutti i prodotti di
Cupertino, sono piu’ alti: la versione base (watch sport) viene
419 euro, si passa poi ad una versione piu’ sofisticata (watch)
che arriva ad un massimo di 1.269, per giungere al top di gamma
(watch edition), il cui modello piu’ esclusivo raggiunge i
18.400 euro che nella versione . Al momento non si hanno dati
su come le vadano le vendite in Italia. (AGI)
.

(AGI) – Roma, 7 lug. – Grecia, bidet, giallo, pesca, ecco
alcune delle parole piu’ “cercate” sul web dagli italiani
durante l’estate 2015, in base alla classifica stilata da
Google. Online si cercano consigli per il look, per le mete di
vacanza e sugli oggetti da viaggio per prepararsi al brek
estivo. In tema di attualita’, al primo posto tra le ricerche
emergenti, spicca come evento dell’anno Expo. Parlando di mete
di vacanza piu’ cercate e’ evidente l’interesse per le
localita’ balneari e in particolare quelle del bacino del
Mediterraneo, prima tra tutte la Grecia, seguita dalla Puglia e
dalla Croazia. Gli italiani, pero’,sono anche un popolo
previdente che si informa sugli oggetti da non dimenticare a
casa.

Ecco dunque che, al primo posto della classifica “Oggetti
da viaggio”, si posiziona il bidet seguito dalla piastra per
capelli e dall’idropulsore. Anche per questa estate si
confermano molto ricercate le diete: Dukan, mediterranea e a
zona in cima alla classifica e le calorie, in particolare
quella della frutta come: ciliegie, banane, mele e meloni.
In fatto di look e stile le italiane non vogliono farsi
trovare impreparate: in valigia, quindi, sempre un vestito
giallo, uno smalto color pesca e un costume con gonnellino da
indossare solo con un fresco e pratico taglio di capelli wob.
(AGI)

(AGI) – Milano, 7 lug. – Un algoritmo per sconfiggere Ebola.
Con questo progetto, un liceale italiano e’ entrato nel
ristretto gruppo di 90 finalisti della quinta edizione di
Google Science Fair, la piu’ grande competizione scientifica al
mondo, che offre a giovani scienziati, ricercatori e inventori
tra i 13 e i 18 anni, appassionati di scienza e tecnologia, la
possibilita’ di provare a realizzare qualcosa di ambizioso,
presentando progetti in linea con il tema “E’ la tua occasione
per cambiare il mondo”. Andrea Senacheribbe, astigiano,
studente del Liceo Scientifico “F. Vercelli” di Asti, e’ tra i
90 finalisti annunciati oggi in un Hangout on Air su Google+.
Il suo progetto, focalizzato sulla creazione di un algoritmo
genetico per la ricerca di un farmaco anti-Ebola, si e’
distinto tra le migliaia di proposte pervenute da piu’ di 90
Paesi, con Regno Unito, India, Stati Uniti, Brasile e Turchia
in cima alla “top 5” per numero di progetti presentati. Con il
suo algoritmo genetico, Andrea Senachribbe, ha individuato due
potenziali molecole che potrebbero essere utilizzate a scopo
farmacologico per sviluppare farmaci efficaci nella lotta
contro l’Ebola. Il 4 agosto 2015, tra i 90 finalisti saranno
selezionati i 20 vincitori che si aggiudicheranno uno dei
numerosi premi tra i quali, il piu’ prestigioso, una borsa di
studio di 50.000 dollari. Tra i premi in palio anche, programmi
di formazione curati da Scientific American e Google, una
spedizione alle Galapagos con il National Geographic,
l’opportunita’ di incontrare i designer LEGO presso la sede
centrale in Danimarca, nonche’ la possibilita’ di visitare la
nuova navicella spaziale realizzata da Virgin Galactic presso
la base Mojave Air and Spaceport.
.

(AGI) – Roma, 7 lug. – Vodafone lancia, per prima in Italia, i
servizi 4G Voice, basati su tecnologia VoLte (Voice Over Lte),
che consentono, gia’ da oggi, di effettuare chiamate in alta
definizione su rete 4G e la condivisione in contemporanea di
contenuti digitali utilizzando l’applicazione Call +. In questo
modo, sottolinea una nota, i clienti hanno una qualita’ della
voce piu’ nitida, piu’ stabile e isolata dai rumori circostanti
e, al tempo stesso, possono utilizzare la velocita’ dei dati 4G
anche durante la chiamata, esperienza non possibile fino ad
oggi.
Call+ e’ l’applicazione che arricchisce l’esperienza di
comunicazione. E’ possibile far apparire sullo schermo
dell’interlocutore la chiamata in arrivo con l’oggetto di cui
vogliamo parlare, oppure l’immagine che vogliamo condividere.
Nel corso della telefonata si possono aggiungere contenuti – da
una posizione indicata su una mappa, a una foto scattata al
momento – ma anche attivare una videochiamata in 4G con un
semplice clic. (AGI)
.

(AGI) – Roma, 7 lug. – Grecia, bidet, giallo, pesca, ecco
alcune delle parole piu’ “cercate” sul web dagli italiani
durante l’estate 2015, in base alla classifica stilata da
Google. Online si cercano consigli per il look, per le mete di
vacanza e sugli oggetti da viaggio per prepararsi al brek
estivo. In tema di attualita’, al primo posto tra le ricerche
emergenti, spicca come evento dell’anno Expo. Parlando di mete
di vacanza piu’ cercate e’ evidente l’interesse per le
localita’ balneari e in particolare quelle del bacino del
Mediterraneo, prima tra tutte la Grecia, seguita dalla Puglia e
dalla Croazia. Gli italiani, pero’,sono anche un popolo
previdente che si informa sugli oggetti da non dimenticare a
casa. Ecco dunque che, al primo posto della classifica “Oggetti
da viaggio”, si posiziona il bidet seguito dalla piastra per
capelli e dall’idropulsore. Anche per questa estate si
confermano molto ricercate le diete: Dukan, mediterranea e a
zona in cima alla classifica e le calorie, in particolare
quella della frutta come: ciliegie, banane, mele e meloni.
In fatto di look e stile le italiane non vogliono farsi
trovare impreparate: in valigia, quindi, sempre un vestito
giallo, uno smalto color pesca e un costume con gonnellino da
indossare solo con un fresco e pratico taglio di capelli wob.
(AGI)

Flag Counter
Facebook Page
Video Calciomercato
Oops, something went wrong.
Video Sport News
Oops, something went wrong.