Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Informatica

(AGI) – Shanghai, 20 apr. – Città cinesi a misura d’uomo, vivibili, friendly e smart. Con questo approccio si presenta alla Quarta Fiera sulla Tecnologia di Shanghai ProgettoCmr, società di progettazione integrata che copre dalla progettazione a scala urbana, all’architettura, all’interior e all’industrial design. Il tema delle smart cities, già oggetto dell’Expo di Shanghai del 2010, è al centro anche della manifestazione che si tiene dal 21 al 23 aprile nella metropoli cinese. “La tecnologia sarà importante, ma quello che noi predichiamo sempre è che la tecnologia debba andare di pari passo con la creazione di città che siano veramente a misura d’uomo, che siano quindi vivibili, “friendly, livable, not only smart”, spiega a Agi Massimo Bagnasco, partner e managing director di ProgettoCmr, con un ufficio operativo in Cina dal 2002, dove opera soprattutto nei settori della pianificazione su scala urbana e nella progettazione di complessi commerciali. 

“Ci aspettiamo – continua Bagnasco – che questa vetrina possa fare capire ancora di più ai cinesi che se prima le città dovevano essere solo un agglomerato di persone che dovevano aumentare la percentuale di residenti urbani, e raggiungere il 50% o il 60% della popolazione, come nei target dei prossimi anni, adesso le città non devono essere solo numero ma qualità: qualità della vita e degli spazi che progetti. Quindi, la tecnologia e le facilities sono importanti, ma è fondamentale la vivibilità degli spazi e l’attenzione a creare spazi che siano a misura d’uomo”.  

Alla Fiera della Tecnologia di Shanghai, ProgettoCmr è presente con diverse iniziative che si inseriscono nel solco della spinta all’urbanizzazione iniziata nel 2014, spiega ancora Bagnasco, che prevede non solo un inurbamento massiccio, ma anche una riqualificazione delle aree più degradate. Shanghai rappresenta un crocevia fondamentale per l’urbanizzazione cinese. “A livello urbano, Shanghai emanò negli ultimi mesi dello scorso anno il suo piano di sviluppo urbano fino al 2050, con direttive molto chiare e che guardano in avanti ed è da questo punto di vista la città più all’avanguardia in Cina, un laboratorio concreto dove le decisioni importanti vengono attuate – conclude il managing director di ProgettoCmr – Per noi è veramente importante essere là, portare il nostro contributo, di conoscenza, di know how, di approccio e di metodologia della pianificazione urbana”. Tra i progetti presentati alla Fiera della Tecnologia di Shanghai, il managing director di ProgettoCmr cita la creazione di un’area ad alta tecnologia da quattro chilometri quadrati a Shenzhen, e la realizzazione di un parco dell’innovazione nel settore agricolo nel Jiangsu, nella Cina orientale. (AGI) 

(AGI) – Shanghai, 20 apr. – Food & beverage italiano di scena alla Fiera della Tecnologia di Shanghai e sempre più presente sulle tavole della nuova classe media cinese. Il tema dell’alimentazione e dell’import di generi alimentari tipici, apparentemente lontano dalla tecnologia e dalle smart cities, è parte del sistema italiano della qualità che traspare non solo dai progetti, ma anche dalla sicurezza alimentare. “Il nostro intervento – spiega ad Agi Guido Forni, amministratore delegato di Italmenu, partner cinese di Coop – è nei termini di fare sistema nel food & beverage per approcciare il mercato cinese, che ha una serie di problematiche anche sui prodotti di largo consumo, e che devono essere affrontate non singolarmente dalle singole aziende, ma sarebbe meglio che fossero affrontate a livello Paese, con alleanze non solo con le singole aziende, ma possibilmente anche con le istituzioni”. 

La classe media cinese, che chiede città più vivibili, chiede anche una qualità della vita migliore, anche a tavola. L’Italia, spiega Forni, può giocare in questo senso una partita importante e raggiungere un numero sempre crescenti di consumatori. “Il food di importazione è soggetto a tutta una serie di controlli capillari: viene controllato e testato ogni singolo lotti di prodotti che viene importato in Cina, qualunque sia la provenienza. L’import di questi prodotti dà garanzie di sicurezza alimentare che generalmente i prodotti cinesi non danno. L’Italia ha regole che sono ancora più strette, per esempio, per quanto riguarda i conservanti o gli additivi chimici, rispetto a quelle che si sono possono trovare in altri Paesi europei”. 

La sfida per l’agroalimentare italiano è quella di arrivare a un bacino sempre più ampio di consumatori, destinata a crescere nelle prospettive di breve e medio periodo dei piani di sviluppo del governo cinese. “Sicuramente l’Italia è in grado di supportare la promessa di qualità del prodotto ed è quello su cui tendenzialmente si punta. E’ evidente che c’è questa tendenza: si vede dalla qualità delle produzioni e dai controlli. Il punto di partenza è la domanda crescente da parte della popolazione cinese: tendenzialmente è la middle class che richiede questo tipo di prodotti”. (AGI) 

(AGI) – Shanghai, 20 apr. – Meccatronica e soluzioni per il settore industriale. E’ il biglietto di visita del gruppo Bonfiglioli alla Quarta Fiera della Tecnologia di Shanghai, che si tiene dal 21 al 23 aprile, un’occasione “quanto mai importante” sia a livello di sistema che per le singole imprese, come commenta Paolo Bazzoni, membro del board e legal representative del gruppo in Cina. Bonfiglioli, azienda italiana da 60 anni progetta e realizza soluzioni innovative per il controllo e la trasmissione di potenza nell’industria, nelle macchine operatrici semoventi e nelle energie rinnovabili. Bonfiglioli è presente nel gigante asiatico dal 2004 e dallo scorso anno con un nuovo stabilimento nell’area di Qing Pu, vicino a Shanghai. “In Cina, dal 2013 – commenta ad Agi Bazzoni – abbiamo iniziato una forte localizzazione e attualmente stiamo crescendo con una strategia di approccio al mercato cinese con un portfolio di prodotti tutti localizzati. Questo ci dà vantaggi in termini di competitività, costi e di servizio al cliente”. 

In Cina, Bonfiglioli è presente con due business unit: quella “mobile & Wind” che si occupa di gearboxes sia per machine movimento terra, con clienti del calibro di Zoomlion e di Caterpillar, che per turbine eoliche per le soluzioni yawl e pitch, e quella “industrial”, che opera nei settori della meccatronica e della generazione di potenza per i settori industriali più svariati. “Abbiamo aderito con molto piacere alla richiesta di partecipazione a questa fiera – continua Bazzoni – Noi normalmente partecipiamo a fiere settoriali del nostro business, ma questa iniziativa è estremamente importante in quanto è un’occasione per dare visibilità all’Italia e alle sue eccellenze tecnologiche, che sono molte: noi facciamo parte di queste, come anche gli altri gruppi che parteciperanno. Abbiamo aderito con questo spirito”. 

La fiera sarà anche l’occasione per mostrare a clienti e partner cinesi le soluzioni della tecnologia italiana per l’area di Shanghai. “Sicuramente potremo dare seguito a contatti interessanti – conclude Bazzoni – specialmente sull’area di Shanghai, e con alcune municipalizzate dell’area, che stanno investendo in progetti più complessi nei settori industriali ed energetici, essendo noi presenti sia nei settori dell’energia, delle rinnovabili, che nei settori settori industriali tradizionali”. (AGI) 

(AGI) – Shanghai, 20 apr. – Il progresso della tecnologia per l’efficenza energetica e il rispetto dell’ambiente è di scena alla Fiera della Tecnologia di Shanghai, dal 21 al 23 aprile, con la partecipazione di Ansaldo Energia in joint-venture con Shanghai Electric. Le turbine a gas saranno al centro dell’area espositiva dei due gruppi, che racconterà anche la storia di Ansaldo Energia e Shanghai Electric attraverso immagini, video e documenti. 

“Daremo valore alla storia intesa come progresso della tecnologia, come il tema della Fiera. Poi ci saranno i prodotti – spiega ad Agi Luigi Minervini, deputy vice president of sales di Shanghai Electric Gas Turbines – nella fattispecie, le turbine a gas, di cui presenteremo un modello in scala per mostrarne i meccanismi di funzionamento, e due palette rotanti in modo che si possa vedere nel dettaglio il livello di tecnologia di questo componente. Il messaggio di questa cooperazione, di questo accordo strategico di lunga durata tra Shanghai Electric e Ansaldo Energia, è nel segno della tecnologia intesa come innovazione e come elemento vincente sul mercato”. 

L’innovazione per la realizzazione di smart cities, uno dei temi principali della Fiera, significa rendere le città cinesi più vivibili con tecnologie che rispettino l'ambiente, continua Minervini. “All’interno della produzione di energia con combustibili fossili, le turbine a gas garantiscono un impatto ambientale minimo e una riduzione delle emissioni, con aumento della vivibilità. E’ possibile anche progettare soluzioni per garantire il teleriscaldamento in un’ottica di migliore efficenza energetica e di riduzione delle emissioni e di gas serra”. Italia e Cina insieme possono guardare lontano, spiega ancora Minervini, anche grazie al supporto delle istituzioni e del consolato generale d’Italia a Shanghai che ha contribuito a realizzare l’evento. “L’idea è quella di lavorare insieme ai colleghi cinesi, di promuovere e sviluppare congiuntamente nuova tecnologia garantendo innovazione e rafforzando la nostra presenza nei mercati asiatici, che oggi rappresentano nel campo dell’energia una buona parte del mercato globale”. (AGI) 

(AGI) Rome, April 18 – Italy wants to set up "an integrated system from an economic, cultural, scientific and technological standpoint, capable of ensuring access to companies in complex, albeit, extraordinarily important markets such as China's". This was stressed by the director general of the Farnesina's (Italy's Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation) directorate for Italy's cultural, economic and innovation system, Vincenzo De Luca, on the eve of China's Shanghai International Fair. He underlined the importance of "networking and creating events to promote and support SMEs which cannot penetrate foreign markets alone". He went on: "China is very interested in Italy and we often cannot meet their needs. That is why we are developing a full scope promotion of Italy's industry, culture, technology and science. Our country expresses a great scientific and technological innovation potential and has great traditions." He also stressed the importance of food production, mechanics, fashion and interior design. "Italy will be the guest of honour at the fourth Shanghai fair, and we will bring in technological solutions to meet the challenges of smart cities, sustainable mobility, environment, waste cycles and water supply. Italy is among the leading European countries in the field of smart cities, accounting for 655 million euros of investment. Milan's Expo was the biggest integrated promotion showcase ever and we are keen on participating in large interantional fairs," he said. He also promoted the International Furniture Expo in Shanghai from Nov. 19 to 21. (AGI). .

※ 以“精办主题论坛,多办专题会议活动”为核心

  1. 三大层次论坛,即开幕论坛、专业论坛和专题会议

  2.特色主题日

  3. 展外不定期举办的技术交易研讨活动

※ 展、会融于一体,突出上交会的专业性特色

开幕论坛

以“汇聚全球创新,共塑技术贸易新格局”为主题,邀请相关领导、国内外新兴热点产业创始人、

科技创新企业家、投资精英出席,有领导致辞、主旨演讲、圆桌讨论等会议环节,围绕科技在经济

结构转型发展、建立良好的应用技术转移、交易机制等主题进行主旨演讲和对话交流。

主题日活动

      延续上交会主题日活动的传统,深化上交会的品牌概念。与联合国有关组织、知识产权部门在展

期内举办“联合国工业发展组织主题日”、“知识产权主题日”等特色主题日活动。

专业论坛

分 别以政府政策宣介、各产业技术领域、知识产权保护、科技融资、等为主题或专题,汇集政

策制订高层官员、海内外各产业技术研发中心、跨国企业、法律机构、金 融机构等高端专业人士,

就政府产业政策解读、各产业技术发展现状和潜力市场应用前景以及专业交易服务等内容全方位、

多视角予以体验、交流和互动,深度演绎“新技术、新市场、新网络”的展会主旨。

专题会议

为 全面体现参展商所展示的高新技术、技术方案、产品的技术内涵和要求,促进高新技术的技

术交流、应用合作、转让许可,主办方鼓励各参展商在展期举办各类专题 会议、创新演示会、项目

对接会等活动,除了可优先报名申请展览场地和活动档期外,更可得到主办方在整体宣传和专业观

众邀请等方面的大力支持。

第四届中国(上海)国际技术进出口交易会(CSITF)将于2016年4月21日至23日在上海世博展览馆举行。CSITF交易会是推动国际技术贸易的专业展会,以“技术让生活更精彩”为核心理念,以创新驱动发展,保护知识产权,促进技术贸易”为主题。CSITF交易会的目的在于通过整合国内外科学技术成果,促进技术与贸易发展,实现创新战略的权威性平台。
   CSITF展会首届于2013年举办,由中华人民共和国商务部、科技部、国家知识产权局和上海市人民政府共同主办,联合国工发组织(UNIDO)、联合国开发计划署(UNDP)、世界知识产权组织(WIPO)支持,上海市国际技术进出口促进中心、中国机电产品进出口商会共同承办。

Flag Counter
Facebook Page
Video Calciomercato
Oops, something went wrong.
Video Sport News
Oops, something went wrong.