Newsletter

Flag Counter

Facebook Page

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 14 mag. – Enjoy, il car sharing di Eni, rivoluziona il modo di prenotare la propria flotta per rendere il servizio attivo su Roma, Milano, Firenze e Torino, sempre piu’ efficace e condiviso. Per soddisfare e migliorare la richiesta di veicoli a disposizione, a partire dal 16 giugno Enjoy consentira’ all’utente di bloccare il mezzo fino a 90 minuti prima dell’utilizzo. I primi 15 minuti saranno gratuiti, dal 16� scattera’ la tariffa di 0,10 cent al minuto, per un totale massimo di 7,50 euro. I novanta minuti a disposizione consentiranno agli Enjoy users di godersi in tutta tranquillita’ il viaggio in treno da Torino verso Milano e di prenotare con largo anticipo un’auto disponibile a destinazione. Lo stesso vale per chi parte in aereo da Roma, perche’ sa gia’ che da Fiumicino puo’ bloccare un’auto da prelevare a Linate. Un passo in avanti, quindi, per la vera mobilita’ intermodale. Questa iniziativa, introdotta per la prima volta sul mercato da Enjoy, parte da un’attenta analisi della prima fase di utilizzo del car sharing, ovvero quella di prenotazione, conclusa in grande maggioranza dagli utenti proprio nei primi 15 minuti. In questo modo si vuole incentivare l’uso corretto dei quasi 2.000 mezzi disponibili a Milano, Roma, Firenze e Torino, cosi’ da avere un maggior numero di veicoli liberi. Inoltre nel caso in cui un utente annulli una prenotazione, non potra’ riprenotare lo stesso veicolo per le 2 ore successive. Per garantire la massima chiarezza e semplicita’ d’uso della nuova modalita’ di prenotazione estesa, l’utente potra’ tenere tutto sotto controllo, in modo trasparente, sia tramite app che sito: infatti, entro i primi 15 minuti il countdown sara’ di colore verde, mentre a partire dal 16� lo stesso diventera’ rosso. Attraverso la app, il cliente sara’ informato anche con un suono o una vibrazione sullo smartphone del passaggio dalla prenotazione gratuita a quella a pagamento. Infine, a Roma arriva finalmente il parcheggio Enjoy presso la stazione Termini: un altro modo per rendere agli oltre 290mila utenti il viaggio sempre piu’ confortevole e a portata di app. Grazie alla speciale promozione lancio, fino al 31 maggio, la tariffa di 4 euro sara’ scontata del 50% per tutti i clienti Enjoy. (AGI) .

(AGI) – Roma, 14 mag. -Si deve reagire alla solitudine che rischia, una volta contratti i corpi intermedi, di far trovare il cittadino solo davanti alle istituzioni e al mercato. Sergio Mattarella inaugura il Salone internazionale del libro e sottolinea l’importanza della cultura, attraverso la lettura, per reagire alla “solitudine di massa”.

Guarda LE FOTO

“In effetti, avvertiamo il rischio di un individualismo – afferma il capo dello Stato – che disgrega le reti di comunita’, di una rottura del patto generazionale, di una contrazione dei corpi intermedi cosi’ che il cittadino, o l’utente, o il consumatore, si ritrovino soli davanti alle istituzioni, al mercato, alle reti di comunicazione”. Per il presidente della Repubblica “a questa solitudine dobbiamo reagire. Dobbiamo impedire che si rompano le maglie della comunita’, quei fili cioe’ che consentono agli individui di essere integralmente persone. In questa impresa cosi’ importante la cultura e’ decisiva”.

Il presidente della Repubblica ha tagliato il nastro della kermesse. Dopo il discorso di saluto prevista la visita allo stand della Germania, Paese ospite d’onore, e quella del ministero della Difesa. Per il governo all’inaugurazione e’ presente il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, Luca Lotti. Ad accoglierli il presidente della Regione, Sergio Chiamparino e il sindaco di Torino, Piero Fassino. (AGI)

(AGI) – Roma, 14 mag. – “Sono dati comunque positivi, dopo 12 o 13 trimestri negativi vedere dati con il segno piu’ davanti e’ consolante. Ma non possiamo dire che siamo fuori dalla crisi”. Lo dice il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, a margine del convegno ‘Regole di mercato dell’efficienza energetica’, riferendosi ai dati sul Pil resi noto ieri dall’Istat.- Squinzi ha aggiunto che il dato rilevato dall’Istat e’ in linea con le previsioni elaborate dal Centro Studi di Confindustria e ha aggiunto che si tratta di un dato “volatile”. “I dati potrebbero essere piu’ positivi delle attese – ha concluso – se tengono i consumi nei Paesi emergenti e si evita il default della Grecia”. (AGI)

E’ stato rilasciato da parte di Nicalls (team di sviluppo indipendete famosa per titoli come Cave Story e NightSky) il primissimo video per The ’90s Arcade Racer, gioco di corse arcade che sarà presto disponibile sul Nintendo eShop di Wii U.

Vi lasciamo al video di gameplay del gioco. Buona visione!

 

(AGI) – Roma, 14 mag. – Piu’ di due pesci su tre consumati in Italia provengono dall’estero con il rischio evidente che venga spacciato come Made in Italy pesce importato, anche perche’ al ristorante non e’ obbligatorio indicare la provenienza. E’ quanto denuncia Coldiretti Impresapesca in occasione dell’incontro “Le frodi: dal mare alla tavola” organizzato a Slow Fish iniziato a Genova. Dal pangasio del Mekong venduto come cernia al filetto di brosme spacciato per baccala’, fino all’halibut o la lenguata senegalese commercializzati come sogliola, la frode e’ in agguato sui banchi di vendita dove – sottolinea la Coldiretti Impresapesca – vige l’obbligo dell’etichetta d’origine ma soprattutto al ristorante dove la provenienza di quanto si porta in tavola non deve essere indicata. Tra i trucchi nel piatto piu’ diffusi ci sono anche – continua la Coldiretti – il polpo del Vietnam spacciato per nostrano, lo squalo smeriglio venduto come pesce spada, il pesce ghiaccio al posto del bianchetto, il pagro invece del dentice rosa o le vongole turche e i gamberetti targati Cina, Argentina o Vietnam, dove peraltro e’ permesso un trattamento con antibiotici che in Europa sono vietatissime in quanto pericolosi per la salute. “Coldiretti Impresapesca e’ impegnata per garantire la trasparenza dell’informazione ai consumatori dal mare alla tavola anche con progetti che riguardano la ristorazione, dove si sta diffondendo la “carta del pesce” per distinguere il prodotto made in Italy mentre enormi passi in avanti sono stati fatti sull’etichettatura nei banchi di vendita”, ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo. Nel 2014 sono stati importati in Italia oltre 731 milioni di chili di pesci e crostacei, molluschi e altri invertebrati acquatici con un aumento del 4 per cento rispetto all’anno precedente. Da quest’anno e’ piu’ facile riconoscere il pesce italiano dall’etichetta grazie all’entrata in vigore dei nuovi regolamenti comunitari il 23 dicembre del 2014 con norme relative all’etichettatura per la messa in commercio dei prodotti ittici. Per effettuare acquisti di qualita’ al giusto prezzo il consiglio di Coldiretti Impresapesca e’, laddove possibile, di acquistare direttamente dal pescatore o, se da un’attivita’ commerciale, di verificare sul bancone l’etichetta, che per legge deve prevedere l’area di pesca (Gsa). Le provenienze da preferire sono quelle dalle Gsa 9 (Mar Ligure e Tirreno), 10 (Tirreno centro meridionale), 11 (mari di Sardegna), 16 (coste meridionali della Sicilia), 17 (Adriatico settentrionale), 18 (Adriatico meridionale), 19 (Jonio occidentale), oltre che dalle attigue 7 (Golfo del Leon), 8 (Corsica) e 15 (Malta). Novita’ – rileva Coldiretti Impresapesca – anche per quanto riguarda le informazioni sul pesce congelato, con l’obbligo di indicata la data di congelamento. Nel caso di prodotti ittici congelati prima della vendita e successivamente venduti decongelati, la denominazione dell’alimento e’ accompagnata dalla designazione “decongelato”. (AGI)

Anche se Microsoft non ha ancora annunciato ufficialmente l’uscita di Gears of War: Ultimate Edition, l’edizione remastered di Gears of War per Xbox One, in rete sono apparsi i primi screenshot e qualche utente è riuscito anche a trafugare un video-gameplay del gioco. Quest’ultimo è stato rimosso immediatamente su ordine della Microsoft stessa. Noi comunque siamo riusciti a recuperare un link, che se cliccato vi mostrerà una breve sequenza di gioco.

Il video è di una qualità davvero troppo elevata per essere un fake. Secondo quanto riportato dal sito MP1ST, il titolo dovrebbe girare a 60 fps e l’attuale build giocabile comprenderebbe esclusivamente modalità multiplayer come Deathmatch a squadre, King of the Hill, 1v1 con una sola vita, 1v1 sudden death con soli Gnashers, Team Deathmatch 4v4 a round singolo e King of the Hill 4v4 a round singolo.

In ogni modo rimaniamo in attesa dell’annuncio ufficiale da parte di Microsoft, che presumibilmente avverrà all’E3 2015 di Los Angeles.

Ecco alcuni screenshot prese del filmato completo prima della rimozione.

Gears of War

Gears of War

Gears of War

Gears of War

Screen-Shot-2015-05-13-at-9.01.17-PM-l

Gears of War

 

FONTE: MP1ST

(AGI) – Roma, 14 mag. – “Ho grande rispetto per Denis Verdini che, legittimamente, punta forse a interloquire o comunque a dialogare con l’area renziana. Noi, al contrario, vogliamo costruire l’alternativa. E per noi questo punto e’ fondamentale ed irrinunciabile. E con cio’ spero di aver fatto definitivamente chiarezza”. E’ quanto puntualizza Raffaele Fitto nella nota in cui rileva anche che “non e’ mio costume commentare i giornali che, evidentemente, raccolgono quel che qualcuno semina. Tuttavia, rispetto ad alcune analisi e retroscena comparsi oggi sui quotidiani, faccio presente un dato politico chiaro, incontestabile, decisivo, che invito tutti a non dimenticare”. Ovvero, sottolinea ancora Fitto, “il cammino politico che abbiamo intrapreso da tempo con tanti parlamentari e’ limpidamente alternativo a Renzi e alla sinistra”. Dunque, riafferma Fitto “vogliamo impegnarci a costruire l’altro lato dello schieramento politico, ispirandoci al modello dei Conservatori inglesi, come noi diciamo da oltre un anno. In questa linea, abbiamo presentato emendamenti liberali, meno spesa e meno tasse, alla legge di Stabilita’, respinti dal governo; abbiamo presentato un nostro Def alternativo; abbiamo presentato emendamenti, respinti dal governo, alla riforma istituzionale; e ovviamente non abbiamo appoggiato l’emendamento Esposito sulla legge elettorale, votato invece da Forza Italia al Senato, che segna un’operazione suicida per il centrodestra”. “Quindi, vale per il passato, il presente e il futuro, senza ambiguita’ e senza chiaroscuri: il nostro compito – rivendica – e’ lavorare alla rifondazione del centrodestra, non – sottolinea – a costruire una stampella o un sostegno per il centrosinistra. A questa seconda funzione si e’ purtroppo dedicata per mesi Forza Italia, determinando una drammatica emorragia di voti”. (AGI) .

(AGI) – Cannes, 14 mag. – Il nastro del 68esimo Festival di Cannes e’ stato tagliato e la Croisette ieri sera si e’ illuminata di flash e di star. Tra le prime a sfilare, Isabella Rossellini vestita di bianco, Emmanuelle Beart, Naomi Watts e la giuria al gran completo: dai fratelli Coen (Joel senza smocking) a Jake Gyllenhaal, da Siena Miller a Sophie Marceau, da Rokia Traore’ a Guillermo Del Toro, a Xavier Dolan. Dopo di loro l’elegantissima Natalie Portman (che nei prossimi giorni presentera’ il suo primo film da regista), in un completo rosso fuoco, insieme al marito Benjamin Millepied che ha curato la coreografia del balletto che si e’ svolto all’interno del Grand Theatre Lumiere sulle note della colonna sonora de ‘La donna che visse due volte’ di Hitchcock. E, ovviamente, non poteva mancata la diva del giorno, Catherine Deneuve, accolta in sala con una standing ovation.E’ suo il film di apertura della kermesse francesce, ‘Standing Tall’ di Emmanuelle Bercot.

Catherine Deneuve: per colpa dei social nerwork i divi non hanno piu’ misteri

Guarda la galleria fotografica

Ieri sera, intanto, e’ stato proiettato per la stampa il film di Matteo Garrone, ‘Il Racconto de Racconti’, in concorso oggi. Il film non ha entusiasmato i critici: il fantasy, coprodotto tra Francia e Italia, tratto dalla raccolta di favole secentesche ‘Lo cunto de li cunti’ di Giambattista Basile, e’ stato accolto con applausi tiepidi. Il film e’ interpretato da un cast internazionale come Salma Hayek, John C. Reilly, Vincent Cassel e Toby Jones. La pellicola uscira’ nelle sale domani, in contemporanea con la proiezione ufficiale al festival.

GALLERIA FOTO: ‘Il Racconto dei Racconti’ di Matteo Garrone

Come sara’ questo festival? I presidenti della giuria, i fratelli Joel e Ethan Coen, lo hanno spiegato cosi’: “Quando ci hanno chiamato l’abbiamo considerata una grande opportunita’ e una grande esperienza. Ci faremo guidare dalle emozioni, non siamo dei critici cinematografici, il film piu’ bello e’ quello che avra’ piu’ consenso tra noi giurati”. Gli altri membri, insieme agli autori di Non e’ un paese per vecchi, sono l’attrice di Almodovar Rossy De Palma, Sophie Marceau, Siena Miller appena vista in American Sniper di Clint Eastwood, la cantante del Mali Rokia Traore’, i registi Guillermo Del Toro (Il labirinto del fauno) e Xavier Dolan (Mommy, vincitore lo scorso anno proprio a Cannes del Premio della Giuria). Chiude il parterre l’attore Jake Gyllenhaal (I segreti di Brokeback Mountain). “Un compito del genere capita raramente – commenta Sophie Marceau – metteremo tutte le nostre energie”. “Sara’ un’esperienza che mi arricchira’, vedere per dodici giorni film provenienti da tutto il mondo e’ un grande privilegio”, afferma Xavier Dolan. “Potremmo vedere molti film e per di piu’ gratis”, aggiunge con la sua ironia Gyllenhaal, che poi aggiunge: “Il fatto che in giuria ci siano anche degli attori dara’ un po’ di brio al tutto, altrimenti tra registi si scambierebbero solo complimenti”, sorride.

“Siamo qui per dire che cosa ci piace, non che cosa e’ bello o brutto – commenta De Toro – dobbiamo trattare questi film con rispetto. Ci saranno giorni da Arancia meccanica e altri da Nuovo cinema paradiso. Spero di imparare molto da questa avventura e di arricchirmi di cinema”. I giurati si sono gia’ incontrati, vi siete dati un metodo? Vedrete i film tutti insieme? Domanda il moderatore della conferenza Henri Be’har. Prende la parola Gyllenhaal con la sua verve: “Ci siamo divisi in gruppi, da una parte c’e’ chi sta con Joel, dall’altra con Ethan”. Infine la discussione vira sul volto di Ingrid Bergman, icona di questa edizione 2015 del festival: “E’ come un angelo bianco che guarda verso futuro – commenta Sophie Marceau – la magia del cinema e’ questa: le persone restano vive nonostante se ne siano andate”. “Sono un appassionato di Hitchcock – conclude Del Toro – la forza della Bergman era di essere contemporaneamente naturale e diva”. (AGI)

(AGI) – Manila, 14 mag. – E’ pesantissimo il bilancio dell’incendio che ha distrutto a Valenzuela, nell’area metropolitana di Manila, una fabbrica di infradito. I morti sono 72, secondo l’ultimo aggiornamento fornito da Rexlon Gatchalian, il sindaco di Valenzuela; e il bilancio a questo punto potrebbe essere definitivo perche’ corrisponde al numero delle persone che mancano all’appello. Il rogo e’ divampato mercoledi’ poco prima di mezzogiorno (le 6 del mattino in Italia) in un edificio di due piani nella zona industriale a nord della capitale e un’enorme colonna di fumo si e’ levata sopra la metropoli in cui vivono 14 milioni di persone. La fabbrica e’ di proprieta’ della societa’ filippina Kentex Manufacturing Inc. G. I familiari delle vittime hanno denunciato le condizioni di lavoro nella fabbrica, dove gli operai guadagnavano l’equivalente di 6 euro al giorno, senza riuscire a proteggersi dalle esalazioni tossiche e non avevano ricevuto alcuna preparazione su come evacuare l’edificio in caso di incendio. (AGI)

Quest’oggi Insominiac Games ha fatto sapere che l’attesissimo Ratchet & Clank in arrivo su console PlayStation 4 è stato posticipato per la primavera del 2016, non lasciando nessun’altra indiscrezione su una presunta data d’uscita.

Ratchet_&_Clank

 

Il team di sviluppo ha spiegato che la causa di tale posticipo è dovuto dal fatto che vorranno portare un prodotto di qualità ai giocatori PlayStation 4.

Inoltre, insieme al videogioco è stato rimandato il film di Ratchet & Clank che non vedrà la luce nelle sale cinematografiche non prima del prossimo 29 aprile, intuendo che presumibilmente sia il gioco che il film potrebbero uscire insieme.