Newsletter

Flag Counter

Facebook Page

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Roma – Vestito da donna commetteva atti osceni girando per strada. Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato "Vescovio" hanno identificato un romano di 50 anni che indossando abiti femminili, avrebbe avvicinato persone per poi 'esibirsi'.

In particolare, a chiedere l'intervento della Polizia di Stato, era stata qualche tempo fa una ragazza residente nel quartiere Trieste. La giovane stava rincasando dopo una serata trascorsa in discoteca e mentre parcheggiava l'autovettura, era stata avvicinata da un individuo, vestito con abiti femminili che si era denudato e aveva iniziato a masturbarsi. I poliziotti, raccolta la testimonianza della vittima e seguendo le descrizioni fornite, sono riusciti ad individuare l'uomo. Già in passato era stato protagonista di episodi simili. Con vari precedenti di Polizia, l'uomo è stato denunciato in stato di libertà, e multato per 10mila euro. (AGI) 

Gerusalemme – Sono morte in ospedale due delle persone ferite un un attacco terrorista avvenuto a Gerusalemme. Lo ha affermato il portavoce dell'ospedale Hadassa, dove i due erano stati trasportati. Almeno le 4 persone che erano rimaste ferite.

Secondo una prima ricostruzione, fornita dal Jerusalem Post, un uomo avrebbe sparato dall'interno di un'auto ad Ammuntion Hill, vicino al quartier generale della polizia e all'Università ebraica. Dopo aver aperto il fuoco, l'uomo è fuggito in direzione del quartiere Sheick Jarrah ma è stato raggiunto da agenti che lo inseguivano a bordo di motociclette. Ne è nata una sparatoria, al termine della quale il "terrorista", così lo ha definito la polizia, è stato ucciso.

Secondo il sito web del network israeliano "Arutz Sheva" era sceso da un'auto bianca davanti a una fermata del tram e aveva sparato contro le persone presenti. Poi è risalito in auto e si è verso la stazione di Shimon Hatzadik, dove ha replicato la scena precedente seminando il panico. (AGI) 

Let It Die è un titolo particolare e tuttora circondato nel mistero. Sviluppato da Grasshopper Manufacture e dalla mente folle di Goichi Suda, il gioco sarà un hack and slash che farà uso del free-to-play e dello smartphone per creare un videogioco online realmente originale.

La casa distributrice di Let It Die, GungHo Online Entertainment, ha recentemente pubblicato un secondo videodiario del gioco, dove viene descritta in maniera più completa il fine ultimo del gioco, tramite una discussione con il direttore stesso, Hideyuki Shin. Vi ricordiamo che la nuova opera di Suda 51 uscirà in esclusiva per PlayStation 4 entro la fine del 2016.

L’articolo Let It Die: pubblicato un nuovo videodiario è estratto da GamesVillage.it.

“Il Bari a caccia di gol, l’Entella test severo”, titola la Gazzetta del Mezzogiorno nelle sue pagine sportive. Al San Nicola finora i biancorossi hanno vinto una sola volta, contro il Cesena.