Newsletter

Flag Counter

Facebook Page

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Quito, 26 mag. – Si e’ risvegliato dopo 33 anni il vulcano Wolf, sull’isola Isabela, nell’arcipelago delle Galapagos. L’eruzione potrebbe mettere a rischio le rarissime iguane rosa, presenti solo in quelle isole del Pacifico, territorio dell’Ecuador. L’ecosistema delle Galapagos ispiro’ le teorie evoluzionistiche di Charles Darwin che visito’ l’arcipelago nel 1835.

Guarda la galleria fotografica

I responsabili del parco nazionale delle Galapagos hanno pubblicato su Twitter le immagini spettacolari dell’eruzione. Il ministero dell’Ambiente ha spiegato che la lava sta scendendo sul versante meridionale del vulcano e che le iguane rosa sono sul lato opposto e dovrebbero riuscire a fuggire.

Guarda il VIDEO

Nell’aprile scorso era stata registrata un’inusuale attivita’ sismica sul vulcano Sierra, sempre sulla stessa isola Isabela, la piu’ grande delle 13 isole dell’arcipelago. .

(AGI) – Roma, 26 mag. – Il 90% circa del bonus di 80 euro e’ stato speso e nella media del 2014 i consumi delle famiglie sono ripartiti per la prima volta dal 2010, anche se la spesa resta inferiore ai livelli del 2007 di circa l’8%. E’ quanto si legge nella relazione annuale sul 2014 della Banca d’Italia. “Nella media dell’anno scorso la spesa per consumi delle famiglie e’ aumentata per la prima volta dal 2010, ma rimane inferiore ai livelli del 2007 di circa l’8%. – si legge nella relazione – Sono cresciuti soprattutto gli acquisti di beni durevoli, che piu’ avevano risentito della crisi finanziaria globale e della successiva crisi del debito sovrano. La propensione al risparmio e’ lievemente scesa e il clima di fiducia delle famiglie e’ migliorato. La flessione del potere di acquisto si e’ interrotta, grazie al modesto aumento dell’occupazione, ala calo dell’inflazione e ai trasferimenti del governo a favore dei redditi da lavoro dipendente medio bassi”. L’indagine sui bilanci delle famiglie condotta dalla Banca d’Italia indica “che il 90% circa del bonus fiscale sarebbe stato speso e che, nei primi mesi del 2015, la quota delle famiglie che segnala di arrivare con difficolta’ alla fine del mese si sarebbe lievemente ridotta rispetto a un anno prima”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 26 mag. – Auto e moto in fiamme alla periferia di Roma. La notte scorsa in via della Pisana, 114 sono state distrutte quattro autovetture e un motorino a causa di un incendio, probabilmente di origine dolosa. Il rogo ha annerito anche la facciata del palazzo vicino alle auto e bruciato una tenda da sole. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i Carabinieri della stazione Bravetta che si stanno occupando delle indagini. (AGI)

(AGI) – Roma, 26 mag. – Da 6 a 12 mesi per dirsi addio. Questa la ‘rivoluzione’ della riforma sul divorzio breve, approvata dal Parlamento in via definitiva il 22 aprile scorso e pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 6 maggio. Oggi entrano in vigore le nuove norme. Queste, nel dettaglio, le principali novita’ della legge 55/2015, composta da 3 articoli.

– RIDUZIONE DEI TEMPI PER IL DIVORZIO Si riduce da 3 anni a 12 mesi la durata minima del periodo di separazione ininterrotta dei coniugi che legittima la domanda di divorzio. Tale termine decorre dalla comparsa della coppia davanti al presidente del tribunale nella procedura di separazione personale. Per quanto riguarda le separazioni consensuali, la durata di tale periodo e’ fissata in 6 mesi, anche nel caso in cui il giudizio contenzioso si sia trasformato in consensuale.

– SCIOGLIMENTO DELLA COMUNIONE LEGALE La comunione tra coniugi, nel caso di separazione personale, si scioglie nel momento in cui il presidente del tribunale autorizza i coniugi a vivere separati. In caso di separazione consensuale, lo scioglimento avviene dalla data di sottoscrizione del processo verbale di separazione dei coniugi dinanzi al presidente, purche’ omologato. L’ordinanza con cui i coniugi sono autorizzati a vivere separati viene comunicata all’ufficiale dello stato civile per l’annotazione dello scioglimento della comunione.

– PROCEDIMENTI IN CORSO L’articolo 3 della legge dispone che le nuove norme vengano applicate ai procedimenti in corso alla data di entrata in vigore della riforma, anche nei casi in cui il procedimento di separazione che ne costituisce il presupposto risulti, in quella data, ancora pendente. Matrimonialisti, una rivoluzione per l’Italia Una “rivoluzione copernicana” per il nostro Paese “dove, in passato, bisognava attendere anche fino a 7 anni per divorziare”. Cosi’ l’avvocato Gian Ettore Gassani, presidente dell’associazione avvocati matrimonialisti italiani (Ami), definisce la riforma sul divorzio breve che ‘abbatte’ i tempi per passare dalla separazione al divorzio. “E’ un primo passo – auspica Gassani – verso una riforma piu’ radicale, con cui la separazione potrebbe diventare facoltativa e non obbligatoria per divorziare. In alcuni Paesi europei, infatti, e’ possibile gia’ il divorzio diretto”. Il presidente degli avvocati matrimonialisti esprime pero’ qualche perplessita’ sulla durata minima di 12 mesi, nei casi di separazione giudiziale, del periodo per poter chiedere il divorzio: “non mi convince – afferma – e’ uno slogan inapplicabile, data la lentezza e la complessita’ dei procedimenti civili nel nostro Paese”. Difficile fare delle stime su quante coppie, da martedi’ prossimo – giorno in cui la legge sul divorzio breve entrera’ in vigore – saranno interessate dalla nuova normativa: “il provvedimento legislativo puo’ riguardare da 50mila a 300mila procedimenti, una forbice molto ampia dovuta al fatto che non tutti in Italia intendono passare dalla separazione al divorzio. Ogni anno in media ci sono 90mila separazioni ma solo 50mila divorzi”. I vantaggi che la nuova legge portera’ a chi si trova a vivere la fine di un matrimonio saranno soprattutto di carattere psicologico e sociale: il divorzio breve, secondo Gassani “portera’ ad evitare le asprezze che aumentano tra i coniugi nel periodo molto duro che si vive in attesa di una sentenza e sara’ un incentivo alle separazioni consensuali, nelle quali c’e’ bisogno solo di pochi mesi per definire la situazione”. Inoltre, la nuova legge segnera’ uno ‘stop’, sottolinea il presidente dell’Ami, per il cosiddetto ‘turismo divorzile’, che finora ha coinvolto circa 10mila coppie: “le norme Ue consentono che un cittadino che prende la residenza all’estero per 6 mesi – ricorda Gassani – possa rivolgersi per le controversie civili al giudice di quel Paese, ora non ce ne sara’ piu’ bisogno”. (AGI)

(AGI) – Washington, 26 mag. – Dagli esami preliminari sul cadavere di B.B. King non emergono tracce di veleno. Lo ha reso noto l’ufficio del Medico legale del Nevada dopo che le figlie del re del Blues hanno accusato i suoi collaboratori di averlo avvelenato. Dopo quelle accuse, e’ stata avviata l’autopsia di cui i risultati completi saranno noti soltanto tra 6-8 settimane. La polizia di Las Vegas ha conmunque smentito di aver aperto un’inchiesta per omicidio, come aveva riferito l’ufficio del Medico legale del Nevada. Le figlie del grande chitarrista, Patty King e Karen Williams, hanno presentato nel fine settimana due affidavit separati per denunciare l’avvelenamento del padre, morto il 14 maggio nella sua casa a Las Vegas all’eta’ di 89 anni.

Guarda la Galleria Fotografica

Le due donne sostengono che alla famiglia siano state proibite le visite e che alla sua morte abbiano assistito solo il suo manager Laverne Toney e il suo assistente personale, Myron Johnson. Il decesso era stato attribuito dal medico di King a demenza vascolare, una serie di piccoli ictus collegati al diabete. Toney, che e’ anche l’esecutore del testamento per l’eredita’ di decine di milioni di dollari di B.B. King, ha definito i sospetti avanzati dalle due eredi “ridicoli”. Tre medici hanno verificato che il musicista ha ricevuto cure appropriate 24 ore al giorno e che e’ stato monitorato da specialisti “fino a che non e’ deceduto tranquillamente nel sonno”, ha riferito il suo avvocato, Brent Bryson. (AGI) .

(AGI) – Teheran, 26 mag. – Si e’ aperto a Teheran il processo al corrispondente del Washington Post, Jason Rezaian, accusato di spionaggio. Secondo l’agenzia Irna, nello stesso processo sono imputati anche la moglie del reporter, la giornalista Yeganeh Salehi, e un fotografo. Rezaian, 39 anni, e’ in carcere da 10 mesi nella famigerata prigione di Evin, alla periferia di Teheran, dove sono detenuti i prigionieri politici. Il giornalista e’ accusato di “spionaggio, collaborazione con governi ostili, raccolta di informazioni classificate e diffusione di propaganda contro la Repubblica islamica”, ha ricordato il suo legale, Leila Ahsan, che ha sottolineato come le accuse non siano supportate da alcuna prova. Il processo si celebra davanti alla quindicesima sezione della Corte rivoluzionaria di Teheran, dove solitamente sono giudicati i casi di natura politica o legati alla sicurezza nazionale. Rezaian, con doppia cittadinanza iraniana e americana, era stato arrestato nel luglio dello scorso anno, assieme alla moglie (poi rilasciata su cauzione) e al fotoreporter, in un momento delicato dei negoziati tra l’Iran e i Paesi del 5+1 sul controverso programma nucleare di Teheran. L’amministrazione americana e il Washington Post hanno piu’ volte ribadito che contro il giornalista siano state formulate accuse assurde e hanno rivolto numerosi appelli all’Iran affinche’ sia rilasciato. Teheran, tuttavia, non riconosce la doppia nazionalita’ e insiste sul fatto che si tratti esclusivamente di un caso interno. (AGI) .

(AGI) – Napoli, 26 mag. – Un colpo di sonno e la perdita di controllo della monovolume che trasportava gli operai. Cosi’ l’autista del pulmino che ieri sera si e’ schiantato contro la cuspide del guard-rail che delimita l’ingresso al casello autostradale a Baiano della A16, ha spiegato agli agenti della Polstrada di Avellino quello che era accaduto nell’incidente nel quale hanno perso la vita quattro persone. L’uomo e’ ricoverato in prognosi riservata all’ospedale di Nola, ma era cosciente quando gli agenti gli hanno posto solo alcune domande; e’ gia’ stato sottoposto a esami tossicologici e al test alcolemico, ma i risultati, secondo quanto si e’ appreso, sono negativi. Sul luogo dell’impatto, del resto, non era stata trovata nessuna traccia di frenata. Le otto persone a bordo di un Volkswagen monovolume aveva appena lasciato un cantiere a Grottaminarda ed erano diretti in diversi paesi del Napoletano e del Casertano. Le vittime dell’incidente hanno eta’ comprese tra i 55 e i 40 anni. I feriti sono ricoverati in ospedale, il piu’ grave al Cardarelli di Napoli e nel corso della notte e’ stato sottoposto a un intervento chirurgico, avendo gravi lesioni interne. (AGI) .