Newsletter

Flag Counter

Facebook Page

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Islamabad, 12 mag. – Un disertore dell’intelligence pakistana (Isi) aiuto’ la Cia nella sua caccia a Osama bin Laden ma Islamabad non forni’ alcuna assistenza agli Usa nel raid che porto’ alla morte dello sceicco di al Qaeda. E’ quanto affermano due ex alti ufficiali dell’esercito pakistano dopo le controverse rivelazioni del giornalista e premio Pulitzer, Seymour Hersh. In un lungo articolo, il famoso reporter americano ha accusato Barack Obama di aver mentito sull’uccisione di bin Laden, sostenendo che il Pakistan collaboro’ attivamente alla missione dei Navy Seals ad Abbottabad. Secondo le fonti pakistane, la Cia ottenne effettivamente un aiuto insperato da un “intraprendente ed energico” 007 che si rivelo’ determinante per scovare il numero uno di al Qaeda. A costui, tuttavia, venne solo assegnato l’incarico di ottenere “una conferma sul terreno” in “uno stadio avanzato” della missione. Secondo Hersh, invece, una talpa pakistana si reco’ direttamente nell’ambasciata Usa a Islamabad nel 2010 e spiffero’ il nascondiglio di bin Laden agli americani in cambio di 25 milioni di dollari. Sarebbe stata questa soffiata, afferma il premio Pulitzer, a far scattare la ‘missione del secolo’ che diede la volata ad Obama per la rielezione alla Casa Bianca. Diversa la versione delle fonti pakistane. “Gli Usa avevano bisogno di una conferma sul terreno che non potevano ottenere senza far riferimento a una persona responsabile”, spiega un ex alto militare. Cosi’ Langley assoldo’ lo 007 che, tuttavia, non apparteneva all’Isi ma una branca minore dell’intelligence nazionale. Il disertore, in ogni caso, oggi risiede negli Usa. Anche l’ex capo dell’Isi, Hamid Gul, ha confermato che vi fu una defezione dalle fila dell’intelligence pakistana. “So che qualcuno diserto’. La taglia (sulla testa di bin Laden) era molto alta, divenne una talpa e si presto’ ad attuare i loro piani”. Il portavoce del ministero degli Esteri pakistano, Qazi Khalilullah, ha in ogni caso fatto sapere che il governo di Islamabad sta compiendo degli approfondimenti sulle rivelazioni di Hersh. “Stiamo approfondendo e presto daremo una riposta”, ha affermato. .

(AGI) – Milano, 12 mag. – Dopo Matteo Salvini e i sindacati Cisl e Cgil anche Forza Italia esprime “perplessita'” sulla proposta avanzata da Roberto Maroni di usare il fondo sociale europeo per finanziare una sorta di ‘reddito di cittadinanza’ in Lombardia. “Suscita perplessita’ la proposta del governatore lombardo, Roberto Maroni, di sperimentare il ‘reddito di cittadinanza’: la Lombardia e’ molto avanti nell’attuazione delle politiche attive sul lavoro, dalla formazione al collocamento, tanto da far pensare che puo’ tranquillamente fare a meno di soluzioni che hanno il sapore dell’assistenzialismo”, ha commentato la coordinatrice lombarda di FI, Mariastella Gelmini, in una nota. “Bisogna creare nuove opportunita’ di lavoro, anche coi fondi europei, come ha gia’ fatto in piu’ di una occasione la Lombardia – ha continuato Gelmini -. La crisi si batte abbassando le tasse su imprese e lavoro e realizzando le condizioni perche’ lavorare in Lombardia sia piu’ competitivo e profittevole. Ripeto, il reddito di cittadinanza, non a caso applaudito dai 5 Stelle, e’ una forma assistenziale che non ci aiuta ad uscire dall’impasse. Per noi le parole chiave restano: lavoro e impresa. E la Lombardia puo’ proseguire sulla strada che ha gia’ imboccato e che noi tutti consideriamo quella giusta”. (AGI) .

L’approccio big.LITTLE di ARM viene esteso da MediaTek con Helio X20, nuovo SoC che arriverà sul mercato a inizio 2016 forte di 10 core divisi in 3 distinti cluster. Grazie a CorePilot 3.0 sarà il sistema a scegliere il cluster migliore, in termini di efficienza energetica



(AGI) – Kathmandu, 12 mag. – E’ stato riaperto dopo un paio d’ore l’aeroporto internazionale ‘Tribhuvan’ a Kathmandu, il piu’ importante del Nepal, che era stato chiuso in seguito al nuovo terremoto di magnitudo 7,3, all’ordigine della morte di decine di persone. Durante tale lasso di tempo il Paese himalayano era rimasto virtualmente isolato dal resto del mondo, a causa delle difficolta’ di raggiungerlo via terra, acuite dalle conseguenze del sisma ancor piu’ disastroso del 25 aprile scorso. I voli nel frattempo erano stati dirottati su scali all’estero, in particolare verso l’India settentrionale. (AGI) .

(AGI) – Roma, 12 mag. – Uno spettacolo itinerante di successo (“La grande magia” con otto persone in scena), un libro (“La magia della vita, la mia storia”, edito da Mondadori) ed ora Per Silvan (Aldo Savoldello le vere generalita’), il premio piu’ ambito che un illusionista possa ricevere, una sorta di Nobel della magia: The Masters Fellowship, come dire “il mago dei maghi”, conferitogli dall’Accademia delle Arti Magiche di Hollywood. E’ la prima volta che il riconoscimento viene attribuito ad un europeo. Silvan lo ricevera’ domenica 17 maggio a Los Angeles nel corso di una cerimonia alla quale saranno presenti centinaia tra i maghi piu’ famosi del mondo, attori ed esponenti di primo piano della vita americana, tutti pronti a celebrare l’illustre collega italiano che ha raggiunto “il massimo successo artistico”. E’ il momento di Silvan, ma in realta’ e’ sempre il suo momento poiche’ sono anni che questo artista, applaudito e amato, affascina con la sua eleganza e le sue magie milioni di persone sulle scene di tutto il mondo. La sua popolarita’ risale ai tempi del programma televisivo “Primo applauso” degli anni ’60, ma appare anche inutile rievocare le sue tappe perche’, come si dice, ‘il mago e’ senza tempo’. Ma non si puo’ non parlare di “Sim Salabim”, un’altra trasmissione del sabato sera della Rai, in onda dal ’72 all’80, e poi della serie di giochi di prestigio con le carte nella sigla di apertura di “Scala Reale”, oppure delle 26 puntate di “Buonasera…con Silvan”, tutti show con milioni e milioni di telespettatori, fino al tour che lo sta portando in questi giorni nei teatri italiani. Ospite per sette volte dello show di Ed Sullivan negli Stati Uniti, si e’ esibito davanti alle piu’ grandi personalita’, da Ronald Reagan e a Elisabetta II, ed ha ricevuto i riconoscimenti piu’ prestigiosi “per la sua continua popolarita’ e il suo costante successo”, come ha scritto nella motivazione la Societa’ Internazionale degli illusionisti. Ma il premio di Hollywood supera tutti. Il suo nome fa ormai parte dell’immaginario collettivo: e’ entrato nei discorsi della gente e viene citato, per esempio, quando si e’ di fronte ad una situazione che sembra frutto di una magia, la mossa di un illusionista, “ma chi sei, Silvan?”, si dice infatti. .

A partire da oggi il noto servizio di cloud gaming di NVIDIA sarà in grado di trasmettere flussi di gioco a 1080p e a 60fps.



E’ stato pubblicato da parte di Nintendo un video dedicato a Yoshi’s Woolly World, platform dove vede protagonista il tenero draghetto verde in esclusiva per Wii U.

Il video ci mostra i tre Amiibo di lana di Yoshi, e le due edizioni che saranno disponibili al lancio di gioco: la Standard Edition e la Special Edition. Ma inoltre, è arrivata la conferma che in Yoshi’s Woolly World ci saranno varie skin sbloccabili ad ogni livello del gioco.

In fine, vi ricordiamo che Yoshi’s Woolly World sarà disponibile a partire dal prossimo 26 giugno.

Quanti di voi lo stanno aspettando?

Ormai è un tormentone che si sussegue da più mesi quello di Gears of War Remastered, la rimasterizzazione dei titoli usciti su Xbox 360 e in arrivo su Xbox One. Microsoft non ha ancora dato la conferma ufficiale a riguardo, ma su internet sono state divulgate alcune immagini leak che rappresenterebbero il titolo in questione.

Gears of War Remastered

Pensiamo che ormai l’annuncio ufficiale sia davvero in arrivo, presumibilmente avverrà all’E3 2015 di Los Angeles.