Newsletter

Flag Counter

Facebook Page

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Milano, 20 mag. – Un marocchino di 22 anni, Abdel Majid Touil, e’ stato arrestato dalla Digos a Gaggiano, nel milanese perche’ sospettato di essere coinvolto nell’attentato al Museo del Bardo a Tunisi avvenuto il 18 marzo. Touil e’ stato preso nei pressi della casa dove vivono la madre e i fratelli ed e’ indagato dalla procura di Milano con l’accusa di terrorismo internazionale.

Nell’attacco al Bardo, dove i terroristi tennero in ostaggio 200 turisti e rivendicato dallo Stato Islamico, morirono durante il blitz delle teste di cuoio, oltre a un agente e due terroristi, 21 turisti stranieri, di cui quattro erano italiani. Touil, noto anche con l’alias Abdallah, si trovava in Italia un mese prima della strage. Il 17 febbraio era sbarcato a Porto Empedocle in Sicilia insieme ad altri migranti e aveva ricevuto un provvedimento di espulsione. Ma non si si sa ancora quando sia rientrato in Tunisia, ne’ quando sia tornato in Italia. La madre, regolare nel nostro Paese, ne aveva denunciato la scomparsa.

L’allarme sulla sua presenza e’ arrivato dall’intelligence, ha raccontato il dirigente del Digos di Milano, Bruno Megale. “Lo abbiamo individuato solo ieri – ha spiegato – anche se sapevamo da tempo che bazzicava l’appartamento dei suoi”, L’appartamento si trova in via Pitagora. All’indagine hanno partecipato anche i Ros dei carabinieri. Per il governo tunisino e’ fra i responsabili dell’attentato al Bardo sia nella fase di pianificazione che in quella esecutiva ed e’ un un reclutatore di jihadisti.

Nel corso della perquisizione a Abdelmajid Touil, la Digos di Milano ha sequestrato del materiale, tra schede e appunti, che costituisce un ulteriore spunto di approfondimento delle indagini. Sono state avviate le procedure di estradizione. La notizia dell’arresto del marocchino e’ stata accolta con entusiasmo dal premier Matteo Renzi: “Grazie a Forze dell’Ordine che hanno arrestato in Lombardia uno dei ricercati strage di Tunisi. Orgoglioso della vostra professionalita’!”, ha commentato su twitter. “Ancora una volta siamo stati piu’ forti noi, piu’ forte lo Stato.

Lo abbiamo arrestato” ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano che ha lodato “l’eccellente lavoro delle forze di polizia. Non mancano le polemiche: per il leader della Lega Nord, Salvini, occorre “fermare partenze e sbarchi e controllare le frontiere subito”. Si fa sentire il M5S: “Per Alfano che non c’e’ un pericolo consistente in Italia – dichiarano i deputati M5S delle Commissioni Esteri e Affari Costituzionali, ma la realta’ e’ che la sua totale incompetenza al Viminale sta trasformando il nostro Paese in una retrovia per cellule jihadiste. Il ‘Daspo’ se lo prenda lui, e a vita, dalla scena politica nazionale”. (AGI)

(AGI) – Roma, 20 mag. – Si e’ suicidato lanciandosi da una gru all’interno di un cantiere edile di via Beltrami a Roma facendo un volo di oltre quaranta metri. La vittima e’ un romano di trent’anni arrivato nel cantiere in sella ad una bicicletta eludendo i controlli degli operai. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato Ponte Milvio e i vigili del fuoco che hanno recuperato il corpo finito nelle fondamenta del palazzo in costruzione. (AGI)

(AGI) – Roma, 20 mag. – Sono ventotto i deputati della sinistra dem che non hanno partecipato al voto sul ddl scuola. Si tratta di Agostini, Albanella, Albini, Bersani, Bruno Bossio, Capodicasa, Cimbro, Cuperlo, D’attorre, Epifani, Fassina, Folino, Fontanelli, Fossati, Galli, Giorgis, Gregori, Iacono, Laforgia, Leva, Marroni, Mognato, Murer, Pollastrini, Speranza, Stumpo, Zappulla, Zoggia. (AGI)

(AGI) – Roma, 20 mag. – Facebook censura il Tenco: l’evento del Club Tenco sull’eros in musica e’ considerato vietato ai minori. E’ con grande stupore che il Club Tenco si e’ visto rifiutare dal social network un’inserzione promozionale sulla manifestazione dal 4 al 6 giugno al teatro del Casino’ di Sanremo intitolata “Pazze idee – L’eros nella canzone d’autore”. L’inserzione contiene il manifesto dell’evento con una tavola di Milo Manara realizzata apposta per l’occasione, che raffigura una ragazza di spalle a schiena nuda, evidente citazione (dichiarata) di Man Ray. Questa la risposta del social network: “La tua inserzione non e’ stata approvata in quanto viola le Linee guida sulle pubblicita’ di Facebook perche’ promuove prodotti o servizi per adulti, compresi giocattoli, video o prodotti per il miglioramento delle prestazioni sessuali”.

Saranno senza censura invece le due serate sanremesi, un grande omaggio all’eros in canzone con un ricco e variegato cast. Sul palco venerdi’ 5 saliranno Freddy Colt & Ziki-Paki Band, l’irlandese Grainne Duffy in un repertorio di blues americano, Pietra Montecorvino, i Perturbazione, Paolo Pietrangeli e Paolo Rossi. Sabato 6 tocchera’ invece a Banda Osiris, Andrea Grossi, Leopoldo Mastelloni, Musica Nuda, Mauro Ottolini Smashing Triad(s) e la cantante arabo-andalusa Sensi. Gli artisti presenteranno dei set realizzati appositamente per questo appuntamento, composti da canzoni proprie o di altri. A presentare le serate sara’ Antonio Silva, mentre la regia teatrale e’ di Michelangelo Ricci. Sul sito Clubtenco.it si possono trovare le prevendite per le due serate, mentre la biglietteria del Casino’ sara’ disponibile dal 30 maggio con orario 15-19. Saranno invece ad ingresso gratuito gli appuntamenti pomeridiani, alle 18.30 in Piazza dei Dolori nel vecchio quartiere La Pigna, con set musicali e incontri-aperitivo.

Si comincera’ gia’ giovedi’ 4 con “Nu’ veleno ch’e’ ddoce. La passione nella canzone napoletana” con Enrico de Angelis e interventi musicali di Monica Pinto con Aniello Palomba. Venerdi’ sara’ la volta di “Il cattivo soggetto (non) pentito. Le canzoni maliziose di Brassens” con Margherita Zorzi e la musica del trio Vietraverse. Si finira’ sabato con “E’ stata Venere a consigliarmi. Canzoni greche e latine” con Antonio Silva e Piji che interpretera’ i testi di Ovidio e Properzio musicati da Virgilio Savona per Giorgio Gaber. La manifestazione e’ organizzata dal Club Tenco con il contributo del Comune di Sanremo e della Siae e il sostegno del Casino’ di Sanremo e della Coop Liguria. La grafica, come per tutti gli eventi del Club, e’ a cura di ApARTe Venezia. “Pazze idee – L’eros nella canzone d’autore” e’ un evento speciale del Club. La storica “Rassegna della canzone d’autore”, piu’ nota come Premio Tenco, e’ in programma invece dal 22 al 24 ottobre al Teatro Ariston di Sanremo insieme alla consegna delle Targhe Tenco 2015.

(AGI) – Londra, 20 mag. – Chi gioca in continuazione con
videogiochi violenti e particolarmente impegnativi potrebbe
incorrere molto piu’ facilmente in malattie psichiatriche. E’
quanto suggerisce uno studio pubblicato dal Royal Society
Journal del Regno Unito ed effettuato dal professor Greg West
del dipartimento di psicologia dell’Universita’ di Montreal. La
ricerca ha messo in relazione l’utilizzo smodato dei videogames
con un volume ridotto dell’ippocampo, condizione solitamente
associata a disordine da stress post-traumatico, depressione e
schizofrenia. In particolare, uno studio su 59 assidui
giocatori ha mostrato come questi, in molte incombenze
quotidiane, tendano a usare molto piu’ la memoria procedurale
rispetto al pensiero ‘ragionato’, un qualcosa solitamente
legato appunto all’insorgenza di episodi psicotici. La memoria
procedurale (che ci fa fare le cose quasi in modo automatico)
e’ legata al corpo striato del cervello. Ecco cosi’ che un
minore volume dell’ippocampo (invece piu’ legato alla memoria
dichiarativa, quella piu’ ‘cosciente’) potrebbe portare a un
maggior ricorso a questa capacita’. (AGI)

(AGI) – Roma, 20 mag. – “Quello alle porte e’ un periodo
dell’anno con alcune particolarita’, nel quale la gente e’ in
procinto delle vacanze, inizia a spogliarsi e ad apprezzare
pregi e difetti, soprattutto per quanto riguarda il viso ma
anche nel corpo. Cosi’ si ricorre a ritocchi che mantengono la
loro validita’ in questo periodo, mentre i trattamenti classici
in questo momento, con sole e caldo alle porte, vengono
accantonati”. A parlare con l’AGI e’ Roberto Bracaglia,
direttore scientifico del centro di chirurgia estetica della
clinica “Villa Stuart”, sui ritocchi “last minute” in vista
delle vacanze. “La fruizione e’ piu’ indirizzata verso
trattamenti meno aggressivi – spiega il professor Bracaglia -,
con buoni risultati e con tempi di recupero rapidissimi, uno o
due giorni al massimo. Particolarmente richiesti sono due
trattamenti: quello con punturine di Prp (Plasma ricco di
piastrine), grazie alla ricerca si e’ visto, infatti, che
contengono fattori di crescita che stimolano i tessuti. Con
questo procedimento le piastrine vengono isolate dal sangue
della stessa persona, una volta isolate si estraggono i fattori
di crescita che poi vengono reinoculati, niente di estraneo
quindi. Questa e’ una metodica estremamente moderna, efficace e
fatta soprattutto sul viso, collo e decolte’. L’altra metodica,
molto richiesta, e’ quella dei ‘fili di sospensione’ che
vengono messi sotto pelle per ridare tono. Questa e’ una
metodica particolarmente richiesta in visi sciupati in modo
medio. Il Prp viene effettuata in modo ambulatoriale mentre
quest’ultima in day hospital ed in anestesia locale. Ovviamente
e’ sempre consigliato, comunque – conclude Bracaglia –
utilizzare una buona crema per l’esposizione al sole”. (AGI)

(AGI) – Londra, 20 mag. – I bambini nati negli anni ’90 hanno
tre volte piu’ probabilita’ di diventare obesi rispetto ai
papa’ o ai nonni. A lanciare l’allarme e’ stato un gruppo di
ricercatori dell’University College di Londra, secondo il quale
l’attuale tendenza rappresenta “una scoraggiante minaccia per
la salute pubblica”. Per arrivare a questi risultati,
pubblicati sulla rivista PLOS Medicine, i ricercatori hanno
esaminato i dati di 56.632 adulti e bambini, tra cui peso e
altezza in una finestra temporale che va dal 1940 al 2012.
Questo ha permesso di calcolare l’indice di massa corporea e di
determinare la percentuale di obesi per ogni generazione.
Ebbene, circa un quinto dei ragazzi e un quarto delle ragazze
nate dopo il 1990 e’ risultato obeso nel loro decimo anno di
vita, rispetto invece al 7 per cento dei ragazzi e l’11 per
cento delle ragazze nati tra il 1940 o il 1970. “Piu’ le
persone trascorrono la loro vita in sovrappeso o obese,
maggiore e’ il rischio di sviluppare malattie croniche, come
malattie cardiache, diabete di tipo 2, ipertensione artrite”,
ha detto Rebecca Hardy, esperta di salute e invecchiamento
dell’University College di Londra. (AGI)