Parma, Calaiò: "Nessun secondo fine nei messaggi: lo giuro sui miei figli"

È iniziato poco fa, con quasi un’ora di ritardo sulla tabella di marcia, il processo d’Appello al Parma e a Emanuele Calaiò in merito ai messaggi Whatsapp mandati dall’Arciere ai colleghi dello Spezia alla vigilia dell’ultima gara di campionato.