Newsletter
Flag Counter
Facebook Page
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Asuncion, 2 mag. – Orrore in Paraguay dove il patrigno di una bambina di soli 10 anni l’ha violentata e l’ha messa incinta. La famiglia, riferisce la Cnn, ha chiesto, sostenuta da Amnesty International, che la piccola, alla 22esima settimana di gravidanza, possa abortire. La legge locale, pero’, prevede l’interruzione della gravidanza solo nel caso il feto minaccia la vita della madre. Rischio assente in questo caso, come ha sottolineato il ministro della salute di Assuncion, Antonio Barrios. I medici hanno accertato che la bambina era incinta il 21 aprile scorso quando si presento’ in ospedale lamentando dolori addominali. La polizia ha aperto un’inchiesta e ha accertato che il patrigno – da allora datosi alla fuga – l’avrebbe stuprata e che la ‘maternita’ sarebbe il risultato di quell’abuso. La polizia ha arrestato la madre della bambina per favoreggiamento. (AGI) .