Newsletter
Flag Counter
Facebook Page
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Napoli, 3 mag. – E’ morto a distanza di 7 giorni dal ferimento, avvenuto durante un agguato di camorra, nel Napoletano. Aldo Pezone, 41 anni, raggiunto da un unico colpo di pistola al torace, all’interno di un bar di via Galvani, a Casavatore, e’ deceduto intorno alle 13 nell’ospedale San Giovanni Bosco, dove era ricoverato dalla mattina del 17 aprile. Il proiettile, esploso da distanza ravvicinata, da un killer solitario, aveva compromesso oltre alla funzionalita’ di un polmone, parte dello stomaco e danneggiato il fegato. Nel mirino dei sicario, fuggito a bordo di una moto, guidato da un complice, c’era il boss Ciro Cortese, ucciso sul colpo, ritenuto da inquirenti ed investigatori, capozona a Casavatore per conto dei cosiddetti “girati” del clan Vannella Grassi, di Secondigliano. Nonostante fosse rimasto gravemente ferito, Aldo Pezone era riuscito ad allontanarsi, a piedi, dal luogo dell’agguato, a raggiungere la sua abitazione all’interno del rione Berlingieri, a Secondigliano,ed a farsi accompagnare in auto al San Giovanni Bosco. .