Newsletter

Flag Counter

Facebook Page

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Sulla pagina ufficiale di Steam su VKontakte, un social russo, è apparsa la notizia dell’arrivo dei saldi estivi di Steam. Quest’ultimi inizieranno l’11 Giugno e termineranno il 20 dello stesso mese.

Le vostre carte di credito sono pronte?

Steam

 

FONTE: Destructoid

(AGI) – Roma, 29 mag. – Eni rende noti i nomi dei ricercatori e scienziati premiati nell’ottava edizione di Eni Award, il premio istituito nel 2007 e divenuto nel corso degli anni un punto di riferimento a livello internazionale per la ricerca nei campi dell’energia e dell’ambiente. Eni Award ha lo scopo di promuovere un migliore utilizzo delle fonti energetiche e stimolare le nuove generazioni di ricercatori, a testimonianza dell’importanza che Eni da’ alla ricerca scientifica e ai temi della sostenibilita’. Il Premio “Nuove frontiere degli idrocarburi” e’ stato assegnato per la sezione Upstream a Johan Olof Anders Robertsson, dell’ETH di Zurigo per la recente ricerca, svolta insieme a Dirk-Jan van Manen, Ali Ozbek, Massimillano Vassalo e Kemal Ozdemir, focalizzata sullo sviluppo di una tecnologia innovativa di acquisizione e modellazione dei dati di prospezione a mare con metodi acustici (sismici), capace di superare gli attuali limiti di visualizzazione e caratterizzazione delle caratteristiche del sottosuolo nel pieno rispetto dell’ambiente. Poiche’ la prospezione sismica e’ alla base di ogni moderna attivita’ di esplorazione petrolifera, un miglioramento della tecnologia consente una piu’ precisa ricostruzione delle strutture del sottosuolo rendendo piu’ affidabile il riconoscimento di quelle ad alto potenziale petrolifero. Diretta conseguenza e’ un vantaggio nelle componenti tecniche ed economiche dei progetti Oil&Gas fin dalle prime fasi del loro sviluppo. Per la sezione Downstream il riconoscimento e’ stato attribuito a Helmut Schwarz della Technische Universitat Berlin. Il lavoro del prof. Schwarz si e’ incentrato su un problema fondamentale della ricerca moderna: l’attivazione di metano per la sua conversione in idrocarburi piu’ pesanti (ad esempio etano/etilene) o ossigenati (ad esempio metanolo, formaldeide). Questa trasformazione diretta puo’ rendere fattibile lo sfruttamento delle enormi riserve di gas naturale presenti in giacimenti remoti e il suo trasporto alle aree geografiche di utilizzo. La lunga attivita’ di ricerca condotta dal prof. Schwarz con l’utilizzo combinato di tecniche sperimentali e approcci teorici avanzati, e’ fonte di conoscenze fondamentali su queste reazioni e i risultati ottenuti potranno portare a importanti ricadute tecnologiche in un futuro anche prossimo. Il premio della sezione “Energie rinnovabili” e’ stato assegnato a Mercouri Kanatzidis, della Northwestern University di Evanston (Illinois, USA), uno dei leader internazionali della chimica allo stato solido. La sua ricerca concerne lo sviluppo di nuovi semiconduttori allo stato solido capaci di recuperare il calore disperso e convertirlo direttamente in energia elettrica. Piu’ precisamente la novita’ risiede nell’aver “nanostrutturato” il materiale di questi semiconduttori termoelettrici, ovvero l’avervi aggiunto nanocristalli con determinate composizioni i quali, ad alte temperature, portano ad un incremento significativo delle prestazioni. In pratica e’ stato infranto il record, che resisteva da 40 anni, di efficienza nella conversione calore-elettricita’ e si sono fornite le basi di conoscenza per ulteriori sviluppi, fra cui la realizzazione di veri e propri generatori termoelettrici. E’ stato stimato che le tecnologie sviluppabili a valle del lavoro del prof. Kanatzidis potrebbero consentire il recupero di almeno 50 GW su scala globale. Menachem Elimelech professore emerito della Yale University, si e’ aggiudicato il Premio “Protezione dell’ambiente”. Il prof Elimelech e’ considerato un pioniere nell’applicazione del processo di “Forward Osmosis” per la desalinizzazione di acque ad alta salinita’. Il processo innovativo messo a punto, che utilizza calore a basso grado come fonte di energia, viene utilizzato per il trattamento delle acque associate alle attivita’ petrolifere, dimostrandosi piu’ efficiente ed a basso consumo energetico rispetto alle tecnologie di desalinizzazione attuali, con una positiva impronta ecologica. Il prof. Elimelech e’ considerato uno dei piu’ importanti ricercatori al mondo, nonche’ figura di riferimento nel campo dell’ingegneria della qualita’ delle acque e della tecnologia a membrana per la desalinizzazione e il riutilizzo delle acque. I due Premi “Debutto nella ricerca”, riservati a ricercatori under 30 che hanno conseguito il dottorato di ricerca in una Universita’ italiana, sono stati assegnati a Daniela Meroni e Margherita Maiuri. La tesi di Daniela Meroni affronta l’applicabilita’ nei processi di risanamento ambientale del biossido di titanio (TiO2), ritenuto molto promettente per i costi contenuti e per la sua atossicita’ e stabilita’. Anche se alcune applicazioni commerciali sono gia’ disponibili sul mercato, molte questioni rimangono da affrontare per ottenere materiali a maggiore efficienza e durata. La ricerca della dottoressa Meroni approfondisce i maggiori punti critici del TiO2, individuando soluzioni per la realizzazione di fotocatalizzatori TiO2 piu’ efficienti per l’abbattimento di inquinanti contenuti nell’aria (VOCs) e nell’acqua, affrontando brillantemente gli aspetti sia teorici sia applicativi sviluppati sempre nel quadro della protezione dell’ambiente e dei processi di bonifica. La tesi di Margherita Maiuri studia i meccanismi primari che governano la raccolta di radiazione solare tramite l’osservazione spettroscopica di impulsi ottici ultracorti. L’eccezionale qualita’ scientifica del lavoro svolto e’ testimoniata dalla pubblicazione dei risultati ottenuti su riviste scientifiche internazionali di alto livello come Science, Journal of the American Chemical Society e Nature Materials. (AGI) .

(AGI) – Londra, 29 mag. – Il governo islamista che controlla Tripoli e la Tripolitania ad ovest, che ospita i porti da cui partono i barconi di disperati che tentano di attraversare il Mediterraneo, non intende in alcun modo e sotto qualsiasi forma accettare l’eventuale intervento militare che l’Ue si appresta ad effettuare in Libia per bloccare lo trunami di migranti che dalle sue coste parte alla volta dell’Europa. Lo ha dichiarato il premier ‘islamista’, Khalifa al-Ghweil – a capo di un governo non riconosciuto dalla comunita’ internazionale a differenza dei rivali di Tobruk ad est – in un’intervista al britannico The Independent in cui ha definito l’approccio dell’Ue simile “alla mentalita’ colonialista” dell’Italia nello scorso secolo, “completamente inaccettabile nel mondo moderno”. Ghweil chiede di essere “coinvolto” dall’Occidente nella gestione del problema immigrati “ma non se questo significa bombardare le barche perche’ l’Europa ritiene che cosi’ riuscira’ a fermare il traffico di esseri umani. Cio’ non avverra’ e – avverte – se l’Europa verra’ senza permesso nelle nostre acque e nelle nostre terra noi ci difenderemo” Ghweil ha denunciato che la sua amministrazione, che a differenza del governo di Torbuk, ‘controlla’ i porti da cui parte il grosso dei migranti alla volta dell’Italia e dell’Europa, non e’ stata neanche consultato dall’Ue. “Non possono venire a controllarci, non possiamo tornare al 1911 (riferimento esplicito all’inizio dell’occupazione italiana, ndr), in cui erano gli stranieri a decidere cosa fare. Abbiamo le capacita’ di difendere le nostre acque e la nostra terra come abbiamo dimostrato nella nostra storia ed anche durante la rivoluzione” del 2011 che abbatte’, con l’aiuto determinante e miope della Nato, Muammar Gheddafi. “Cio’ che serve all’Europa – conclude il premier di Tripoli – e’ aiutare questi profughi nei loro stessi Paesi (d’origine= con aiuti cosi’ da dare loro un futuro grazie al quale non dovranno affrontare viaggi pericolosi (in mare=. Noi in Lipia abbiamo bisogno di aiuto per far fronte a queste persone. Se queste cose non avverranno, allora la situazione potra’ solo diventare peggiore per l’Europa”. (AGI) .

(AGI) – Pisa, 29 mag. – Un marocchino, clandestino e senza fissa dimora, e’ stato arrestato per l’uccisione di una prostituta nigeriana trovata cadavere il 31 marzo scorso a Vecchiano (Pisa), nella pineta di San Rossore. I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Pisa hanno arrestato un pregiudicato marocchino 28enne. Particolarmente difficoltose le indagini che hanno portato all’identificazione del presunto responsabile grazie al lavoro del raggruppamento investigazioni scientifiche di Roma. (AGI) .

(AGI) – Roma, 29 mag. – Partito il conto alla rovescia, mancano una decina di giorni alla partenza del tour 2015: 14 date e doppi concerti, dal sud al nord e ritorno, per 8 citta’. Che gli piaccia “heavy” e’ assodato, ma il nuovo concerto prende spunto dall’ultimo, multiplatino album “Sono Innocente” e conterra’ molte sorprese e una novita’ assoluta: una parentesi unplugged di straordinaria intensita’. “Ci saranno molti pezzi dell’album nuovo – ha spiegato il Komandante – quindi non sara’ un concerto celebrativo: ci mettero’ anche il mio passato, ma con uno sguardo al futuro. Al Vasco di domani”. Tra le sorprese, alcuni pezzi storici dal testo di grande attualita’ come “Deviazioni” (“credi che basti avere un figlio/per essere un uomo e non un coniglio”), o “Credi davvero” (“non sono gli uomini a tradire ma i loro GUAI”) Confermata la band dell’anno scorso: – Stef Burns, alla chitarra – Claudio Golinelli – Il Gallo – al basso – Vince Pastano alla chitarra – Will Hunt, alla batteria – Alberto Rocchetti alle tastiere – Frank Nemola tromba e tastiere – Andrea Innesto, sax e cori e – “la Ferrari del rock” Clara Moroni, cori.

36 anni di palchi: dal 26 maggio 1979, il suo primo concerto in Piazza Maggiore a Bologna, organizzava Bibi Ballandi. “Io scrivo le canzoni per gioco, faccio dischi per scherzo, poi salgo sul palco e faccio sul serio – ha aggiunto Vasco – Quando salgo sul palco e la musica comincia, tutto torna. E dire che prima sono preoccupato?dovrei essere piuttosto preoccupato quando mi sveglio la mattina e devo affrontare la giornata!”

Intanto, quintali di “ferro” sono stati scaricati allo stadio di Bari, serviranno a comporre la scenografia di quest’anno: una (astro)Nave tutta di metallo che sembra sospesa e pronta a prendere il volo (“volerai via con me..”) e sara’ ricca di effetti e luci. Un particolare che da qualche anno contraddistingue il palco e’ la passerella a forma di V che accoglie i fan sottopalco. Anche quest’anno le prove del tour si svolgono in Puglia “la mia seconda casa – dice Vasco – da quando sono diventato Primo Cittadino della Puglia Creativa”. Nel suo “rifugio segreto” di Castellaneta immerso nella natura ( “amo il verde perche’ la natura non giudica”), le giornate sono scandite dagli allenamenti atletici e dalle quotidiane prove di scaletta con Capitan Guido Elmi e la band, al Chromie, la gigantesca discoteca occupata dalla produzione per quasi tutto il mese di maggio.

Le date del tour:

– Bari, il 7 e 8 giugno, per due concerti consecutivi allo stadio S. Nicola.

– Firenze, il 12 e 13 giugno, allo stadio Franchi per due concerti consecutivi – Milano, San Siro, il 17 e 18 giugno

– Bologna, stadio Dall’Ara, il 22 e 23 giugno

– Torino, stadio Olimpico, il 27 e 28 giugno.

– Napoli, il 3 Luglio, allo stadio San Paolo

– Messina, l’8 luglio, allo stadio S. Filippo

– Padova, con due concerti consecutivi, il 12 e 13 luglio, allo stadio Euganeo.

(AGI) – Londra, 29 mag. – Un terremoto di magnitudo 6,9 e’ stato registrato al largo delle coste dell’Alaska. Lo ha reso noto l’Istituto geologico Usa. L’epicentro e’ stato localizzato 110 chilometri a sud-sud-est di Ugashik, a una profondita’ di 33 chilometri.

(AGI) – Roma, 29 mag. – Rischia un prolungamento di due mesi la permanenza tra le stelle di Samantha Cristoforetti. La prima astronauta italiana della storia, che doveva rientrare il 14 maggio scorso dalla missione di lunga durata sulla Stazione Spaziale Internazionale, potrebbe ritornare l’11 luglio e quindi non piu’ l’11 giugno, data che comunque non era mai stata confermata ufficialmente dagli enti spaziali. Le ultime notizie ufficiali da parte dell’agenzia spaziale russa Roscosmos risalgono al 18 maggio quando ha dato comunicazione di aver corretto l’orbita della Iss. Poi piu’ nulla. Il motivo di questo slittamento e’ stato causato dal mancato attracco del cargo Progress M-27M, disintegratosi nell’atmosfera e precipitato nelle acque del Pacifico ai primi di maggio. Negli ambienti spaziali di Mosca, in particolare da una fonte del centro di controllo citata da alcuni media russi, si parla che l’atterraggio della navicella Soyuz TMA-15M con a bordo la Cristoforetti, ma anche il russo Anton Shkaplerov e lo statunitense Terry Virts, dovrebbe avvenire attorno alle ore 16,40 di Mosca (le 15,40 in Italia) dell’11 luglio. L’undocking (distacco) della navicella dalla Stazione Spaziale Internazionale dovrebbe avvenire attorno alle ore 13 italiane. Il luogo dell’atterraggio della capsula resta invariato, la steppa del Kazakistan nei pressi della localita’ di Dzhezkazgan a sud della citta’ di Karaganda. La Cristoforetti, causa questo slittamento, e’ l’astronauta italiana che ha trascorso piu’ giorni consecutivi nello spazio. L’astronauta dell’Asi ha migliorato il primato di permanenza che apparteneva a Paolo Nespoli con 175 (166 per Luca Parmitano). Se Samantha restera’ nello spazio oltre il 7 giugno, cosa che ormai sembra essere certa, migliorera’ anche il record internazionale femminile di permanenza consecutiva sulla Iss. Infatti, nel 2007 l’americana Sunita Williams rimase per 195 giorni consecutivi. (AGI) .

(AGI) – Lecce, 29 mag. – Maltrattati, rinchiusi in un’armadio, costretti a sedere su sedie sulle quali erano state messe puntine da disegno. Sono alcuni dei maltrattamenti che, secondo la Procura di Lecce, sarebbero stati costretti a subire gli alunni di una scuola dell’Infanzia dell’hinterland di Maglie (Lecce) avrebbe maltrattato pesantemente alcuni suoi alunni fino a rinchiuderli in un armadio e a costringerli a sedere su sedie dove venivano sistemate delle puntine acuminate da disegno. Per questi episodi risultano indagati e il preside. I fatti risalirebbero al 2013 ed avrebbero riguardato una decina di bimbi fra i tre e i cinque anni. Il gip Simona Panzera ha incaricato due periti di verificare la capacita’ delle presunte vittime di testimoniare e successivamente solo due di loro sono stati ascoltati nel corso di un incidente probatorio avvenuto nel Tribunale per i minorenni alla presenza degli psicologi. Gli indagati hanno 20 giorni di tempo per chiedere di essere ascoltati dal pm e per presentare memorie difensive.(AGI) .