Andrea Pirlo è uno dei calciatori più iconici e ammirati di tutti i tempi. Nato a Flero, in provincia di Brescia, il 19 maggio 1979, ha iniziato a giocare a calcio fin da bambino, seguendo le orme del padre, Aldo, che era un allenatore di calcio.

Pirlo ha iniziato la sua carriera professionistica nel Brescia, dove ha giocato per quattro stagioni, prima di essere acquistato dal Milan nel 2001. All’inizio della stagione 2003-2004, il Milan ha affrontato la Juventus nella Supercoppa italiana. La partita è stata equilibrata e si è conclusa con un pareggio per 1-1 ai tempi supplementari. Ai rigori, la Juventus ha avuto la meglio, vincendo per 5-3. Pirlo ha calciato il primo tiro dal dischetto per il Milan, ma è stato parato da Gianluigi Buffon.

Dopo questa sconfitta, il Milan ha avuto modo di rifarsi vincendo la Supercoppa UEFA contro il Porto a Monte Carlo. In questo modo, il Milan ha conquistato il primo trofeo della stagione 2003-2004.

Dopo dieci stagioni al Milan, nell’estate del 2011 Andrea Pirlo ha lasciato il club rossonero per trasferirsi alla Juventus a parametro zero. La scelta suscitò non pochi dubbi da parte degli addetti ai lavori, che si chiedevano se il centrocampista potesse ancora essere decisivo a 32 anni.

I dubbi sono stati presto dissipati. Pirlo ha infatti vissuto una seconda giovinezza alla Juventus, diventando uno dei giocatori più importanti della squadra e contribuendo in maniera determinante al ritorno dei bianconeri ai vertici del calcio italiano. Nella sua prima stagione alla Juventus, Pirlo ha vinto lo scudetto e la Supercoppa italiana. In seguito, ha conquistato altri quattro scudetti, due Coppe Italia e una Champions League.

Il 6 luglio 2015, Andrea Pirlo ha lasciato la Serie A per trasferirsi al New York City FC, club della Major League Soccer statunitense.

La decisione di Pirlo ha suscitato grande interesse, sia in Italia che negli Stati Uniti. Il centrocampista italiano era infatti uno dei giocatori più importanti del calcio europeo, e il suo trasferimento in MLS era visto come un segnale dell’evoluzione del campionato americano. Pirlo ha esordito in MLS il 26 luglio 2015, entrando al 56′ del match tra New York City e Orlando City. La partita è finita 5-3 per i padroni di casa, e Pirlo ha contribuito alla vittoria con un assist. A fine stagione,  ha collezionato 13 presenze in MLS, con un assist.

Andrea Pirlo è stato uno dei protagonisti della nazionale Under-21 italiana degli anni 2000.

Pirlo ha preso parte a due edizioni del Campionato europeo di calcio Under-21, nel 2000 e nel 2002. Nel 2000, Pirlo ha guidato l’Italia alla vittoria del titolo, segnando due gol nella finale contro la Repubblica Ceca.

Dopo il ritiro dal calcio giocato, Andrea Pirlo ha deciso di intraprendere la carriera di allenatore.

Il 27 settembre 2018, ha ottenuto a Coverciano la qualifica UEFA A, che lo abilita all’allenamento di tutte le formazioni giovanili e delle prime squadre fino alla Serie C, oltreché alla posizione di allenatore in seconda in Serie B e Serie A.

Il 30 luglio 2020, Pirlo ha firmato un contratto con la Juventus per intraprendere la sua prima esperienza in panchina. È stato inizialmente nominato tecnico della Juventus U23, la seconda squadra bianconera militante in Serie C.

In questa posizione, Pirlo ha guidato la Juventus U23 alla salvezza nella stagione 2020-2021.  Il 24 maggio 2021, Pirlo è stato promosso allenatore della prima squadra della Juventus, in sostituzione di Maurizio Sarri.

Nella sua prima stagione da allenatore della Juventus, Pirlo ha vinto una Coppa Italia e una Supercoppa italiana.

Pirlo è un giocatore completo, con un’ottima visione di gioco, un tocco delicato e un tiro potente. È anche un grande regista, in grado di controllare il gioco e di impostare le azioni offensive.

Partite memorabili

Tra le partite memorabili di Pirlo, si possono ricordare:

  • La finale del Mondiale 2006, in cui Pirlo ha segnato il gol del 2-0 contro la Francia.
  • La finale di Champions League 2003, in cui Pirlo ha segnato un gol di testa contro il Milan.
  • La finale di Coppa Italia 2011, in cui Pirlo ha segnato un gol di punizione contro il Napoli.

Dopo il ritiro dal calcio giocato,  ha intrapreso la carriera di allenatore. Nel 2021, è stato nominato allenatore dell’Under-21 dell’Italia.

Un maestro del calcio

Andrea Pirlo è uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi. Il suo stile di gioco elegante e raffinato, la sua visione di gioco e il suo talento naturale lo hanno reso uno dei giocatori più ammirati e rispettati del mondo.